Filastrocca dei dodici mesi

È la colonna sonora dei seguenti libri:

Testo Della Poesia

Filastrocca dei dodici mesi di Filastrocche

A Gennaio la Befana

esce dalla sua tana

per portare la magia

che le feste manda via.

A Febbraio è Carnevale,

quando ogni scherzo vale:

ci mettiamo un costume

da coccodrillo di fiume.

A Marzo è primavera:

la notte è più vera,

si risveglia la natura

e l’aria è più pura.

Aprile arriva presto,

ci son uova dentro un cesto.

Le rondini volan lassù,

nel cielo un po’ azzurro e un po’ blu.

A Maggio una leggera brezza

dolcemente ti accarezza.

Dolci fragole gustiamo

e le rose raccogliamo.

A Giugno si mangia il gelato

alla crema e al cioccolato.

In spiaggia, tra gli ombrelloni,

si fan volare gli aquiloni.

A Luglio ci son le giostre

e anche molte mostre.

Si può andare al mare,

molte gite si posson fare.

Ad Agosto noi giochiamo

e molto ci divertiamo:

sugli scivoli, su e giù,

ti diverti sempre più.

A Settembre si torna a scuola:

con gli amici il tempo vola.

Volando in compagnia,

le rondini vanno via.

A Ottobre cadon le foglie:

lo spazzino le raccoglie.

L’autunno è arrivato

e la pioggia ha portato.

A Novembre le castagne

che crescono sulle montagne

si mangiano arrostite:

son molto saporite.

A Dicembre c’è il Natale

ch’è un giorno molto speciale:

vanno via tutti i mali

ed arrivano i regali

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here