Fori la porta – Canzoni Romane

Album

È contenuto nei seguenti album:

1994 Ma io vivo

WikiTesti Ú un progetto gratuito, tutti possono collaborare inserendo testi, spartiti e video. Perché non collabori con noi?

Testo Della Canzone

Fori la porta di Franco Califano

 

Fori la porta
c’Ú ‘n’ antro fagotto
e te ne vai pure te
quanno ar bijardo
non fai mai filotto
quello che capita a me
quanno ar mattino
te sveji ‘n’ ce pensi
la stessa sera sò guai
sembra ‘na rota
che gira in dù sensi
quanno ce sei e quanno vai

Fori la porta
ce stà ‘n’ascensore
che nun ritorna più su
non Ú un amico
semmai ‘n traditore
la porta via e nun viÚ più

Fori la porta
nun c’Ú er campanello
mica me sono da me
come se al sole
te porti l’ombrello
a che te serve di’ te…

Fori la porta de casa
mai che trovi
‘nà bella sorpresa
vedi soltanto quarcuno
che scenne de corsa
le scale da casa mia
quelle donne che fanno,
‘nà storia importante
‘n’ amore de niente
poi se na vanno
e resteranno fori,
fori la porta…

Fori la porta
nun c’Ú chi ripara
quello che de rotto c’Ú
qui c’Ú ‘n silenzio
che fà ‘na caciara
nun se capisce perchÚ
me guardo er cielo,
la notte Ú più chiara
me sento che voi tornà
parlo de ‘n sogno
magari ‘n’ s’ avvera
che me costa sperà

Fori la porta de casa
mai che trovi
‘na bella sorpresa
vedi soltanto quarcuno
che scenne de corsa
le scale da casa mia
quelle donne che fanno
‘na storia importante
‘n’ amore de niente
poi se ne vanno
e resteranno fori,
fori la porta…

Il testo contenuto in questa pagina Ú di proprietà dell’autore. WikiTesti Ú un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here