Giovani Artisti – Rancore Testo della canzone

Giovani Artisti – Rancore Testo della Canzone. Wikitesti.com è la più grande enciclopedia musicale italiana, sul nostro sito oltre i testi delle canzoni potete trovare: traduzioni delle canzoni, accordi per chitarra, spartiti musicali e molto altro.

[YOUTUBE_SHORTCODE]

[subscribe]

TESTO

Il Testo della della canzone Di: Giovani Artisti – Rancore

[Strofa 1]
Se, se, giovani artisti
Dietro sguardi tristi
La vita è un film, ma noi siam gli attori o i registi?
Misti, le nostre teste frullano di idee
Cambiano come maree
Non esiste fifty/fifty
Nelle mie sensazioni vedo sempre bianco/nero
Come un lifting non distinguo qual è il falso qual è il vero
Sono intero, oppure parte del mio corpo?
Sono al largo oppure al porto?
Sono vivo o sono morto?
Sclero, se penso che molti hanno talento
E restano nel buio, portati via dal vento
Guardo gente che riceve meriti
Sono degli emeriti coglioni che non san seguire il tempo
Mi sento, come se ormai tutto fosse falso
Come se c'ho fuoco sotto ai piedi e sono scalzo, e
Ad ogni passo la temperatura aumenta
Ma la vita ormai si è spenta
Perchè io non provo un cazzo

[Ritornello]
Cos'è che ispira, quella scintilla
Io so' lo scultore e tutta questa è la mia argilla
Cos'è che dà, forma al mio pensiero
La consapevolezza che se esiste allora è vero!

Cos'è che ispira, quella scintilla
Io so' lo scultore e tutta questa è la mia argilla
Cos'è che dà, forma al mio pensiero
La consapevolezza che se esiste allora è vero!

[Strofa 2]
Sembra strano
Ma noi scriviamo rime mentre siamo
Disattenti alle lezioni di italiano
Io sono entrato in un mondo non perfetto
Per il semplice fatto che fa schifo ad ogni aspetto
Questo è il mio mondo, noi siamo gli artisti
Viviamo in mezzo ai fischi, gli applausi, i dissing
Ci muoviamo in crew
Con i boys come tribù
Andiamo in fondo, sempre giù
Fino a che tocchiam gli abbissi
Dentro un lago come Nessie
Nessuno c'ha mai visti
Ma siam sempre gli stessi, connessi
Poeti detti MC, animali perchè ci esprimiamo in versi
Spesso persi e dispersi il mille testi
Parole come flussi di coscienza in cui bagnarsi
Imparando sempre a stare attenti, a non distrarsi
Spesso questa vita fa cattivi scherzi sai
Ma spesso fa dei bei regali non dimenticarlo mai

[Ritornello]
Cos'è che ispira, quella scintilla
Io so' lo scultore e tutta questa è la mia argilla
Cos'è che dà, forma al mio pensiero
La consapevolezza che se esiste allora è vero!

Cos'è che ispira, quella scintilla
Io so' lo scultore e tutta questa è la mia argilla
Cos'è che dà, forma al mio pensiero
La consapevolezza che se esiste allora è vero!

[Strofa 3]
Io scrivo sempre
Ma la gente qui è scettica
E c'è chi rischia di morire e poi neanche si spettina
E quindi io sopravvivo dentro tutto questo hip-hop
Sfumo i quadri di Van Gogh
Per una perfetta estetica
Io cerco l'ago dentro 'sto pagliaio immondo
Difficile, come vedere oltre questo sfondo
Il sudore che io grondo
Mi funziona ormai da inchiostro
Sono sempre più iracondo
Sono diventato un mostro!
Scrivo "rancore" e poi l'appiccico sul muro
Perchè oltre alla mia pelle pure dentro sono scuro
Te lo giuro
Vorrei rappresentare quella gente che si sbatte
Sapendo che poi non si vince niente
Chi crede veramente che il proprio volere
Ti porta oltre orizzonti che non puoi vedere
E anche il giorno in cui non faremo più 'sti dischi
Rimarremo sempre e solo
Giovani artisti!

[Ritornello]
Cos'è che ispira, quella scintilla
Io so' lo scultore e tutta questa è la mia argilla
Cos'è che dà, forma al mio pensiero
La consapevolezza che se esiste allora è vero!

Cos'è che ispira, quella scintilla
Io so' lo scultore e tutta questa è la mia argilla
Cos'è che dà, forma al mio pensiero
La consapevolezza che se esiste allora è vero!

Ecco una serie di risorse utili per Rancore in costante aggiornamento

Tutti i TESTI delle canzoni di Rancore

Pubblica i tuoi Testi.
Contattaci: info@wikitesti.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here