Ho veduto

Introduzione

image_pdfCrea Pdfimage_printStampa

Album

È contenuto nei seguenti album:
1968 Senza orario senza bandiera

WikiTesti Ú un progetto gratuito, tutti possono collaborare inserendo testi, spartiti e video. Perché non collabori con noi?

Testo Della Canzone

Ho veduto di New Trolls

Ho veduto nascere il sole dai ghiacci di Thule
Ho veduto i riflessi dorati delle moschee
Le onde adulte della Guascogna, gli squali bianchi
I tucul, le case dei ricchi e ho pianto.

Ho veduto mare che Ú mare terra che Ú terra
Come in me, come a Lisbona , come da noi.
Ho veduto grano che Ú grano, fango che Ú fango
Ho ascoltato il linguaggio del mondo e ho pianto.

Ho visto amare
Fremere, ansare

Ho veduto la faccia sporca di un amico
Lo stupore di una pazzia, di una morte
Ho veduto l’ironica faccia di chi mi odia
Gli occhi larghi di chi ha paura e ho pianto.

Ho perdona
Giustificato

Ho veduto morire il sole nel golfo di Aden
Ho veduto il buio e la luce e ancora piango.

Il testo contenuto in questa pagina Ú di proprietà dell’autore. WikiTesti Ú un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here