I commedianti

Album

È contenuto nei seguenti album:

1998 Amore Dopo Amore

WikiTesti Ú un progetto gratuito, tutti possono collaborare inserendo testi, spartiti e video. Perché non collabori con noi?

Testo Della Canzone

I commedianti di Renato Zero

E’ l’allegria che aiuta i principianti
non certo la retorica
la presunzione in certi primi attori e’ tipica.
Nel cartellone dei replicanti
il nome tuo ancora non c’e’.
Se metti in scena i tuoi sentimenti… vali!
Testi noiosi dialoghi penosi
imbarazzante recita
mentre la strada chiama alla ribalta l’anima.
E’ la paura che ci tradisce
quando il coraggio non si esibisce, in pubblico.
Cosi’ finiscono quei talenti
fra gli sbadigli e gli abbonamenti.
Apri il cuore e vai
interpreta chi sei.
Sentirai tutti gli occhi addosso a te
sensazione piu’ magica non c’e’
questo e’ il teatro
ricerca di un’identita’
strano equilibrio
fra dubbio e razionalita’
un espediente una medicina
un’illusione credibile
convincersi per poi convin – cere.
Un’audizione, chiedi un’audizione
con grande slancio ed ironia
sara’ fatale qualche delusione, vita mia.
E ci sara’ chi sapra’ capirti
certo che c’e’ un applauso per te
ma non restartene li’ eterno assente.
Ancora troppe timide comparse
dal gruppo non emergono
se i figli d’arte, i furbi, i mestieranti, ostentano.
Senza quei trucchi, senza costumi
la verita’ riempie i botteghini, credimi.
E l’ambizione fa la sua parte
di questo vivere fanne un’arte.
Lezione utile
recita per te.
Sentirai tutti gli occhi addosso a te
sensazione piu’ magica non c’e’
questo e’ il teatro
un gran mercato di bugie
dove la gente
confronta le sue fantasie
non deve entrarci quell’arroganza
nessuno spazio all’ipocrisia
irriducibili guit – ti… via!
I commedianti
strani fenomeni si sa
i commedianti
beato chi li capira’
sfidano il giorno senza copione
la notte poi si trasformano
i commedianti, che fa – scino.

Il testo contenuto in questa pagina Ú di proprietà dell’autore. WikiTesti Ú un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

[nextpage title=”Accordi per chitarra”]

Accordi

   
STRUM.  C  C7+  C6
	C  C7+  C6  C

C
E' l'allegria che aiuta i principianti
		  G    C
non certo la retorica
					Em	Dm
la presunzione in certi primi attori e' tipica.
		    E7
Nel cartellone dei replicanti
Am			     Dm
il nome tuo ancora non c'e'.
					G4    G
Se metti in scena i tuoi sentimenti...  vali!

STRUM.  C  C7+  C6  C

C
Testi noiosi dialoghi penosi
		G    C
imbarazzante recita
				      Em
mentre la strada chiama alla ribalta l'anima.
F			    Dm
E' la paura che ci tradisce
					C
quando il coraggio non si esibisce, in pubblico.
F
Cosi' finiscono quei talenti

fra gli sbadigli e gli abbonamenti.
G
Apri il cuore e vai
   G11		    G
interpreta chi sei.
C				   F9  G4  G
Sentirai tutti gli occhi addosso a te
C				F  G4 
sensazione piu' magica non c'e'
 G            Am     D7
questo e' il teatro
	 G7+		C7+
ricerca di un'identita'
	   F7+     Dm
strano equilibrio
	     C9		   C
fra dubbio e razionalita'
Dm		   E7
un espediente una medicina
Am		  D4    D7
un'illusione credibile
   Dm7			G4  G7     C  D
convincersi per poi convin - cere.


Un'audizione, chiedi un'audizione
con grande slancio ed ironia
sara' fatale qualche delusione, vita mia.
E ci sara' chi sapra' capirti
certo che c'e' un applauso per te
ma non restartene li' eterno assente.
Ancora troppe timide comparse
dal gruppo non emergono
se i figli d'arte, i furbi, i mestieranti, ostentano.
Senza quei trucchi, senza costumi
la verita' riempie i botteghini, credimi.
E l'ambizione fa la sua parte
di questo vivere fanne un'arte.
Lezione utile
recita per te.
Sentirai tutti gli occhi addosso a te
sensazione piu' magica non c'e'
questo e' il teatro
un gran mercato di bugie
dove la gente
confronta le sue fantasie
non deve entrarci quell'arroganza
nessuno spazio all'ipocrisia
Dm7	      G4  G7  C  D   C
irriducibili guit - ti...   via!

STRUM.  G4  G  C  C/E  F
	G4  G  C  C/E  F  G4

G	Am    D7
I commedianti
	 G7+	      C7+
strani fenomeni si sa
	F7+    Dm
i commedianti
       C9	     C/E
beato chi li capira'
Dm		      E7
sfidano il giorno senza copione
Am		 	D4  D7
la notte poi si trasformano
Dm7		   G4  G7     C  D  C
i commedianti, che fa - scino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here