I tre miti – Nomadi

 

Album

E’ˆ contenuto nei seguenti album:

1981 Sempre Nomadi

WikiTesti è un progetto gratuito, tutti possono collaborare inserendo testi, spartiti e video. Perché non collabori con noi?

Testo Della Canzone

I tre miti – Nomadi
Quelli che son stati adolescenti insieme a me,
e di anni ne hanno almeno trentratrè,
avevano tre miti nel settanta o giù di lì:
il sesso, il socialismo ed il GT.

Magari la ragazza c’era chi l’aveva già
ma sogni rosa e petting a metà.
Il sesso quello vero era tutt’altro era lontano,
Hugh Heffner o la storia di un mio amico.

Ma poi poco alla volta ce lo siamo conquistato,
i tabù infranti c’è chi si è sposato.
Lavoro, figli, alcuni divorzio infine libertà
ma ormai fuori dal mito e fuori età.

E ritorniamo indietro a quei vent’anni o giù di lì,
vediamo la faccenda del GT.
Io fortunato ci son stato sopra a quell’età
perchè ad un mio amico lo comprò papà.

E dopo tanti anni ce l’ho avuto pure io,
un GT vero proprio tutto mio.
Magari certo è usato ed anche arrugginito
e soprattutto ormai fuori dal mito.

E c’è chi tra di noi ha abbandonato l’avventura
per noia, opportunismo o per paura.
E chi non l’abbandona ma non capisce cosa sia
per troppa fede o per poca ironia.

E c’è chi come me, tra sessantotto e masochismo,
è ancora lì che aspetta il socialismo.
Arriverà stiam certi, sarà euro- o dal volto umano,
speriamo che non sia di seconda mano.

 

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore.
WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

 

 

Accordi


Re                        Sol                Re
Quelli che son stati adolescenti insieme a me
                                 La
e di anni ne hanno almeno trentatre
 Sol                    Re            Sol
avevano tre miti nel sessanta o giù di lì
   Re             La            Re   La
il sesso, il socialismo ed il G.T.

  Re                    Sol           Re
Magari la ragazza c’era chi l’aveva già
                              La
ma sogni rosa e petting a metà
Sol                          Re
il sesso quello vero era tutt’altro,
      Sol        Re
era lontano Hugh Hefner
     La               Re    La
o la storia di un mio amico.

  Re                        Sol            Re
E poi poco alla volta ce lo siamo conquistato
                                  La
il tabù infranto e c’è chi s’è sposato
 Sol                               Re          Sol
lavoro, figli, alcuni divorzio e infine libertà
    Re              La           Re   La
ma ormai fuori dal mito e fuori età.

   Re
Ma ritorniamo indietro
          Sol              Re
a quei vent’anni o giù di lì
                          La
vediamo la faccenda del G.T.
  Sol                     Re             Sol
io fortunato ci son stato sopra a quell’età
   Re                  La          Re
perché a un mio amico, lo comprò papà.

  Re                       Sol        Re
E dopo molti anni c’è l’ho avuto pure io
                            La
un G.T. vero proprio tutto mio
     Sol                    Re           Sol
ma a gas, celeste, usato ed anche arrugginito
  Re            La            Re     La
e soprattutto ormai fuori dal mito.

  Re                           Sol           Re
E c’è chi fra di noi ha abbandonato l’avventura
                               La
per noia, opportunismo o per paura
  Sol                          Re          Sol
e chi non l’abbandona ma non capisce cosa sia
    Re            La          Re   La
per troppa vede o per poca ironia.

  Re                        Sol           Re
E c’è chi come me fra sessantotto e masochismo
                                La
è ancora lì che aspetta il socialismo
  Sol                Re              Sol
arriverà siam certi, Euro dal volto umano
   Re            La             Re    La
speriamo che non sia di seconda mano.

STRUM. Re La Re La Re Sol Re La Sol Re Sol Re La Re
(sfumando)

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here