Il lupo rimbambito

Album

È contenuto nei seguenti album:
1978 Il cantagioco

Testo Della Canzone

Il lupo rimbambito di Le Mele Verdi

Quando Cappuccetto Rosso per il bosco si avviò
anche il lupo grosso grosso dietro a lei si incamminò
ma siccome era un po’ vecchio la sua parte si scordò
e, ululando pensieroso, alla bimba domandò:
“E adesso cosa fo?”, “Che ne so! Che ne so!”
“Mangiarti io dovrò?”, “Questo no! Questo no!”
“Ma con questa dentiera, se io ti mangio intera, strozzarmi io potrò”

Quando il lupo grosso grosso dalla nonna poi arrivò
fece un po’ di confusione gonna e scialle si mangiò
mi vergogno quasi a dirlo ma la nonna lì restò
rossa rossa ed in mutante ed il lupo si scusò
“E adesso cosa fo?”, “Che ne so! Che ne so!”
“Mangiarti io dovrò?”, “Questo no! Questo no!”
“La mia preoccupazione è che l’indigestione di nonna io farò”

Quando il cacciatore ardito sulla porta si fermò
sul grilletto aveva il dito ma quel colpo non sparò
lui restò molto allibito e la bocca spalancò
poi sorpreso dalla scena la gran testa si grattò
“E adesso cosa fo?”,”Che ne so! Che ne so!”
“Spararti io dovrò?”, “Questo no! Questo no!”
E il lupo poveretto, strisciando sotto il letto, nel bosco ritornò

“E adesso cosa fo? Riderò! Riderò!”
“Al lupo che diro? Che dirò? Che dirò?”
“Ma guarda che figura, tu non mi fai paura, io non ti temo più”

“E adesso cosa fo? Riderò! Riderò!”
“Al lupo che dirò? Che dirò? Che dirò?”
“Ma guarda che figura, tu non mi fai paura, io non ti temo più”

“E adesso cosa fo? Riderò! Riderò”
“Al lupo che dirò? Che dirò? Che dirò?”
“Ma guarda che figura, tu non mi fai paura, io non ti temo più”

“E adesso cosa fò? Riderò! Riderò!

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here