Il rock di Capitano Uncino

Introduzione

Indice

Album

È contenuto nei seguenti album:

1980 Sono solo canzonette
1996 Quartetto d’archi
2000 Sembra ieri

Testo Della Canzone

Il rock di Capitano Uncino di Edoardo Bennato

ciurma questo
silenzio cos’e`
sveglia tutti a
rapporto da me
spugna pendaglio
da forca
possibile che
nessuno si muove
ma sono o no il
comandante
di questa
lurida nave
di questa
lurida nave
sono o non sono il
capitan uncino
e allora quando
vi chiamo
lasciate tutto e
correte
e fate presto perche`
chi arriva tardi
lo sbrano
avanti chi mi da`
notizie di
Peter Pan lo voglio
vivo pero`
quando l’acchiappo
non so che cosa
gli faro`
si prende gioco
di me e fa il
gradasso perche`
quel branco di
mocciosi
lo stanno ad
ascoltare
lo credono un eroe
ma e` solo un
qualunquista
un esibizionista
di tutti i miei
nemici
e` il piu` pericoloso
e` il primo
della lista
ma a voi vi sembra
giusto durante
un duello ha preso
la mia mano
l’ha data in pasto a
quel dannato
coccodrillo
ma non la passa
liscia gliela
faro` pagare
con le mie
stesse mani anzi
col mio uncino
lo dovro` scannare
eccolo in vista
e` lui con tutta
la banda
meglio
che questa volta
si arrenda
non voglio
prigionieri
mi basta solo un
ostaggio
la ragione e`
dalla vostra
parte ricordatevelo
avanti
all’arrembaggio
avanti
all’arrembaggio
sono o non sono il
capitan uncino
e allora avanti
col coro
cantate tutti
con me e ripetete
con me gli slogan
che vi ho insegnato
veri pirati noi siam
contro il sistema
lottiam
ci esercitiamo
a scuola a far la faccia dura
per fare piu` paura
ma cosa c’e` di male
ma cosa c’e` di strano
facciamo un
gran casino
in fondo lavoriamo
per capitan uncino
io sono il professore
della rivoluzione
della pirateria
io sono la teoria
il faro illuminante
ma lo capite o no
ve lo rispieghero`
per scuotere la gente
non bastano i
discorsi
ci vogliono le bombe
io ero un benestante
non mi mancava
niente
ma i soldi di papa`
li spendo tutti qua
a combattere
sul fronte
chi si arruolera`
un bel tatuaggio avra`
ma da quel trampolino
io chi non vuol
firmare
lo sbatto giu` nel mare
si batte la fiacca eh?
io mi sacrifico
per voi
e questo e` il vostro
ringraziamento
avanti
avanti ciurma
veri pirati
noi siam
contro il sistema
lottiam
ci esercitiamo a
scuola a far la
faccia dura
per fare piu` paura

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here