Il visconte di Castelfombrone

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Il visconte di Castelfombrone di Quartetto Cetra

(di Nizza – R. Morbelli – L. Malatesta)

Questa, miei signori,
è una storia di tempi ormai remoti
Tempi in cui il duello
risolveva al primo o all’ultimo sangue
le intricate vicende d’amore
di dame, damigelle e cavalieri
Giustappunto!Grazie!

Il Visconte di Castelfombrone
cui Buglione fu antenat
ha sfidato il Conte di Lomanto
ed il guanto gli ha gettat
L’altra sera
al bal dell’ambasciata
con l’amata lo trovò
uno sguardo e due perfetti inchini
e i padroni gli mandò
Fu dello scandalo ogni salotto
di ciarle ghiotto
subito edotto
La donna oggetto di quella tenzone
una canzone
dal Dannunzio meritò Zum!
Nell’ottobre dell’87
alle 7 del mattin
due carrozze si fermaron presso
a un cipresso di un giardin
Ecco tosto scendere il Visconte,
poscia il Conte di Lomant
Sulle labbra hanno un sorriso errante
E anche sprezzante
Minga tant
Ecco i padrini venir dal sentiero…
Cilindro nero
viso severo
contati i passi i due crudi avversari
ad armi pari
si batteron per la Zum

In guardia Visconte!
Difendetevi!
Non temo la vostra lama, caro Barone!
Ho già vinto ben 113 duelli e con questo
vincerò il 114°.
In guardia… là… là… op!
Ahhhhh…
Sono stato colpito qui
tra la quinta e la sesta costola.
Ferita penetrante in cavità
con prognosi riservata.
Muoio…
Un dottore! Presto!
Un veterinario!

Questo comparve su per le gazzette,
poi si sapette
quel che accadette:
due graffi lievi ed una scalfittura,
tanta paura
ed un pranzo al ristorant

Oh… un momento!
Dimenticavo di dirvi che questa storia
non ha alcun riferimento con la vita reale
e che i personaggi sono puramente immaginaria…
Grazie

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

[nextpage title=”Accordi per chitarra”]

Accordi

   
D#

(parlato) 

A#
Questa, miei signori, 

   Fm                  D#
e' una storia di tempi ormai remoti 

Tempi in cui il duello 

risolveva al primo o all'ultimo sangue 

     A#                   G#
le intricate vicende d'amore 

                A#     D#         D#m
di dame, damigelle e cavalieri... 


D#
IL VISCONTE DI CASTELFOMBRONE 

          A#
CUI BUGLIONE FU ANTENAT 

Fm                       D#6
HA SFIDATO IL CONTE DI LOMANTO 

             D#
ED IL GUANTO GLI HA GETTAT... 

L'ALTRA SERA AL BAL DELL'AMBASCIATA 

         A#
CON L'AMATA LO TROVO' 

Fm                         D#6
UNO SGUARDO E DUE PERFETTI INCHINI 

         D#
E I PADRINI GLI MANDO'! 

G#           Fm        Cm
FU DELLO SCANDALO OGNI SALOTTO 

A#m            D#
DI CIARLE GHIOTTO 

    Fm
SUBITO EDOTTO 

G#            Fm           Cm
LA DONNA OGGETTO DI QUELLA TENZONE 

A#m      D#
UNA CANZONE 

               G#
DAL D'ANNUNZIO MERITO' (ZUM!) 

D#
NELL'OTTOBRE DELL'OTTANTASETTE 

        A#
ALLE SETTE DEL MATTIN 

Fm                       D#6
DUE CARROZZE SI FERMARON PRESSO 

           D#
A UN CIPRESSO DI UN GIARDIN 

ECCO TOSTO SCENDERE IL VISCONTE 

          A#
POSCIA IL CONTE DI LOMANT 

Fm                            D#6
SULLE LABBRA HANNO UN SORRISO ERRANTE 

                 D#
"E ANCHE SPREZZANTE?" "MINGA TANT!" 

G#          Fm           Cm
ECCO I PADRINI VENIR DAL SENTIERO 

A#m        D#
CILINDRO NERO 

     Fm
VISO SEVERO 

G#        Fm                Cm
CONTATI I PASSI I DUE CRUDI AVVERSARI 

A#m       D#
AD ARMI PARI 

            G#
SI BATTERON LA' PER LA' (ZUM!) 

(in guardia visconte! difendetevi! 

non temo la vostra lama, caro barone! 

ahhhhh...sono stato colpito qui 

                D#
tra la quinta e la sesta costola... 

ferita penetrante in cavità 

con prognosi riservata...muoio... 

                                       D#6 A# Fm D#6 D# Fm G#6 Fm A# D#
un dottore! presto!...un veterinario!)                               



Fm7                D#
QUESTO COMPARVE SU PER LE GAZZETTE 

D#7            G#6
POI SI SAPETTE QUEL CHE ACCADETTE: 

Fm7                 D#
DUE GRAFFI LIEVI ED UNA SCALFITTURA 

D#7
TANTA PAURA 

Cm
ED UN PRANZO AL RISTORANT! 

G#
Oh...un momento! 

                            D#
Dimenticavo di dirvi che questa storia 

                     A#m
non ha alcun riferimento con la vita reale 

      D#                       G#             G#6
e che i personaggi sono puramente immaginaria.

***

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here