In piedi – Nomadi

Introduzione

Indice

Album

È contenuto nei seguenti album:

2004 Corpo estraneo
2007 Nomadi & Omnia Symphony Orchestra (Cd 1)

Testo Della Canzone

In piedi – Nomadi di Nomadi

Pensavo una volta

Di essere Dio

Pensavo di esserci solo io

Pensavo che il mondo

Davanti a me fosse

Un frutto amaro ma tutto mio

pensavo che un attimo

fosse eterno nel battito

delle ali di un angelo

solo mio

Il piedi,in piedi

Lo resterò,io resterò

Senza voltarmi indietro

Camminerò ,camminerò

Ed ora che guardo

Il mio volto allo specchio

Mi accarezzo i capelli

D’argento

Ah,il tempo scorre e va via

Non sa dire nessuna bugia

Non sa chiedere scusa

Né sa,cosa sia,cosa sia

Ed ora che ho capito perché

Tutto passa anche per me

La ricchezza più grande che c’è

È vivere

Il piedi,in piedi

Lo resterò,io resterò

Senza voltarmi indietro

Camminerò ,camminerò

Il piedi,in piedi

Lo resterò,io resterò

Senza gettare un solo

Istante mai più

Mai più dormirò

Ed ora che ho capito perché

Tutto passa anche per me

La ricchezza più grande che c’è

È vivere

Il piedi,in piedi

Lo resterò,io resterò

Senza voltarmi indietro

Camminerò ,camminerò

Il piedi,in piedi

Lo resterò,io resterò

Senza gettare un solo

Istante mai più

Mai più dormirò

Mai più dormirò

Il piedi,in piedi

Io resisterò e resisterò

Resisterò

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here