Io sono il vento e quel giorno ero la’

Introduzione

image_pdfCrea Pdfimage_printStampa

Album

È contenuto nei seguenti album:
1976 Poohlover

Testo Della Canzone

Io sono il vento e quel giorno ero la' di Pooh

(FacchinettiNegrini)

io sono il vento
e quel giorno ero la’
c’ero per caso chissa’
tre giorni e tre notti
d’estate restai
sogni di suono guidai.
poi li ho guardati andare via
addio per sempre
a questa gente addio
li hanno ripresi le citta’
il grande sogno si e’ diviso la’.
splendida e strana improvvisa marea
mille colori e un’idea
gente venuta dal mare e dal nord
io sono il vento e lo so.
poi li ho guardati andare via
addio per sempre
a questa gente addio
li hanno ripresi le citta’
il grande sogno si e’ diviso la’.
l’erba si nutre
di quello che ha
presto cresciuta sara’
l’ultima traccia sparisce da se’
il resto lo porto con me.
e poi li ho guardati andare via
addio per sempre
a questa gente addio
li hanno ripresi le citta’
il grande sogno si e’ diviso la’
mille le voci nell’aria con me
cantano ancora perche’
io sono il vento
e quel giorno ero la’
c’ero per caso chissa’.
mille le voci nell’aria con me
cantano ancora perche’
io sono il vento
e quel giorno ero la’
c’ero per caso chissa’.
io sono il vento
e quel giorno ero la’
c’ero per caso chissa’.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here