J’Abbruzzu

Testo Della Canzone

J'Abbruzzu di Canzoni Abruzzesi

Testo di Carlo Perone
Musica di Nazzareno Da Angalis

So’ sajitu aju Gran Sassu,
so’ remastu ammutulitu…
me parea che passu passu
se sajesse a j’infinitu!

Che turchinu, quante mare,
che silenzio, che bellezza
pure Roma e j’atru mare
se vedea da quell’ardezza.

Po’ so’ jitu alla Majella,
la muntagna è tutta ‘n fiore;
quant’è bella, quant’è bella,
pare fatta pe’ l’amore!

Quantu sole, quanta pace,
che malia la ciaramella
ju pastore veja e tace
pare ju Ddiu della Majella.

Po’ so’ jitu alla marina
e le vele colorate
co’ ju sole la mmatina
se so’ tutte ‘Iluminate.

Se recanta la passione
ju pastore alla montagna,
ji responne ‘na canzone
dajiu mare alla campagna.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here