La Casa – Le Astronavi Testo della canzone

La Casa – Le Astronavi Testo della Canzone. Wikitesti.com è la più grande enciclopedia musicale italiana, sul nostro sito oltre i testi delle canzoni potete trovare: traduzioni delle canzoni, accordi per chitarra, spartiti musicali e molto altro.

Su wikitesti.com ci sono oltre 11.000 artisti e 320.000 testi. Sulla pagina “discografia e raccolte”

Trovi la lista completa degli artisti in ordine alfabetico: Discografie e Raccolte

TESTO

Il Testo della della canzone Di: La Casa – Le Astronavi

Il fuoco ha preso non si sa da dove,
forse un corto al contatore, una scintilla, un mozzicone
ed ha iniziato da un giornale dagli addobbi di natale;
poi la fiamma fatta forte ha fatto i muscoli, le scale.
Ed ha mangiato tutto quanto senza fare distinzioni,
nata da un corpo soltanto ha preso cento direzioni
e il fuoco arrampica le tende brucia libri e vecchie foto,
scioglie i nastri alle cassette, lascia ai quadri un mare vuoto.

Sporca il tuo vestito bianco, messo una volta soltanto,
le camicie ben stirate ed annerisce le posate,
incenerisce i documenti i punti del supermercato,
squaglia tessere e patenti, un articolo ritagliato.
Le pubblicità per posta che di solito ignoriamo,
qualsiasi certificato a dimostranza che esistiamo;
sotto le finestre una piccola folla guarda zitta,
mentre il fuoco urla e poi mastica i giocattoli in soffitta.

Brucia, la casa brucia. Non resta niente solo noi
che siamo vivi e finalmente respiriamo dopo tanto tempo,
portami per mano dove tira il vento,
e guardami negli occhi una volta tanto,
è bello vederti piangere ridendo,
ed io ultimamente ero così stanco,
mi sembra passato soltanto un momento...
Il fuoco ha preso non si sa da dove,
ma si è preso anche il mio nome scritto senza più attenzione,
su contratti e abbonamenti, biglietti della stazione,
le medaglie di vittoria, i premi di consolazione.

I souvenir di qualche viaggio conservati come in coma,
pezzi a prezzi d'occasione senza un'occasione buona,
scatoloni da imballaggio svuotati e riempiti ancora,
da tecnologie di passaggio roba che ora non funzione.
E collezioni di conchiglie che non torneranno al mare,
lettere dimenticate, maschere di carnevale,
gli scheletri nell'armadio, i cassetti senza più sogni,
le promesse, le abitudini, le certezze, i bisogni.
Brucia, la casa brucia. Non resta niente solo noi
che siamo vivi e finalmente respiriamo dopo tanto tempo,
portami per mano dove tira il vento,

e guardami negli occhi una volta tanto,
è bello vederti piangere ridendo,
ed io ultimamente ero così stanco,
restiamo così ancora per un momento...per un momento.

Su wikitesti.com ci sono oltre 11.000 artisti e 320.000 testi. Sulla pagina “discografia e raccolte” trovi Trovi la lista completa degli artisti in ordine alfabetico: Discografie e Raccolte

Ecco una serie di risorse utili per Le Astronavi in costante aggiornamento

Tutti i TESTI delle canzoni di Le Astronavi

Pubblica i tuoi Testi.
Contattaci: [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here