La giostra della memoria – Fiorella Mannoia

La giostra della memoria – Fiorella Mannoia canzone pubblicata per la prima volta nell’anno 1990

La giostra della memoria Tutte le canzoni dell’album

La giostra della memoria

Guarda la pagina artista di Fiorella Mannoia o naviga nella categoria Fiorella Mannoia

Testo della canzone: La giostra della memoria – Fiorella Mannoia

In fondo al testo trovate il video della canzone

La giostra della memoria – Fiorella Mannoia Testo:

di Enrico Ruggeri e Luigi Schiavone

Non m’addormentavo
Se non avevo certe favole fantastiche
E la mattina dopo
Trovavo il mondo ancora mio
Per poco
Non mi confondevo
Se non vi vedevo ancora pronti per discutere
E mi sembrava un gioco
Chiedere sorridendo poi
Datevi un bacio, un bacio, dai
E andavo via
Ma mi faceva compagnia
Ogni parola che sentivo pronunciare a casa mia
Avevo già tutte le mie curiosità
Ma non sapevo di dolori, poesie, difficoltà
Non avevo limiti
E parlavo agli angeli.

Non vi comprendevo
Se dicevate che domani
Sarei stata io
Quella che se ne andava
E intanto il mondo accanto a voi cambiava
Se vi giudicavo
Usavo il metro dell’amore e della logica
E intanto mi aspettava
La grande confusione che
La vita avrebbe fatto in me

C’è un giorno poi
Che non è tutto come vuoi
Tra le persone che non possono restare più con noi
E sento già
Crescere dentro un’ansietà
Per non sapere immaginare il peso della realtà
Ma non ci sono limiti
Per parlare agli angeli
Qualcuno ascolta

[nextpage title=”Accordi per chitarra”]

Accordi

Sol   Re-   Sol   Re-
                   La-
NON MI ADDORMENTAVO
SE NON AVEVO CERTE
                  La-
FAVOLE FANTASTICHE
                 Fa
E LA MATTINA DOPO
TROVAVO IL MONDO ANCORA MIO
        Mi
PER POCO
                 Mi-
NON MI CONFONDEVO
                   La-
SE VI VEDEVO ANCORA
                    Mi-
PRONTI PER DISCUTERE
                      La-   Fa
E MI SEMBRAVA UN GIOCO      
                       Mi
CHIEDERE SORRIDENDO POI
                            Fa Mi-
DATEVI UN BACIO UN BACIO DAI   
            Do9
E ANDAVO VIA
MA MI FACEVA COMPAGNIA
OGNI PAROLA CHE
                              La-   Sol
SENTIVO PRONUNCIARE A CASA MIA      
            Do9
E AVEVO GIA'
TUTTE LE MIE CURIOSITA'
                       La-
MA NON SAPEVO DI DOLORI
                    Sol
POESIE E DIFFICOLTA'
                Fa
NON AVEVO LIMITI
                     Do9 Fa Sol9    Sol   Re-   Mi-
E PARLAVO AGLI ANGELI                              
Re-

                  La-9
NON VI COMPRENDEVO
                      La-   La-9
SE DICEVATE CHE DOMANI      
SAREI STATO IO
                       La-
QUELLO CHE SE NE ANDAVA
                                Fa
E INTANTO IL MONDO ACCANTO A NOI
        Mi7
CAMBIAVA
               La-
SE VI GIUDICAVO
USAVO IL METRO DELL'AMORE E DELLA LOGICA
                      Fa
E INTANTO MI ASPETTAVA
                        Mi
LA GRANDE CONFUSIONE CHE
                          Fa Mi-
LA VITA AVREBBE FATTO A ME   
                  Do9
C'E' UN GIORNO POI
CHE NON E' TUTTO COME VUOI
                              La-7
FRA LE PERSONE CHE NON POSSONO
                    Sol
RESTARE PIU' CON NOI
            Do9
E SENTI GIA'
CRESCERE DENTRO UN'ANSIETA'
                            La-
PER NON SAPERE IMMAGINARE IL
                    Sol
PEGGIO DELLA REALTA'
                     Fa
MA NON CI SONO LIMITI
                       Do9 Fa
PER PARLARE AGLI ANGELI    
                Sol9    Re9   La  Sol9    La  Re9   La
QUALCUNO ASCOLTA                                      
Si-7

                  La  Sol
NON CI SONO LIMITI    
                       Re9   Sol
PER PARLARE AGLI ANGELI      
                Mi-7    Si-7
QUALCUNO ASCOLTA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here