La bella Gigogin

Introduzione

Indice

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

La bella Gigogin di Canzoni popolari

Parole e musica di Paolo Giorza

Nanni SvampaCugini di montagna
* Gigliola Cinquetti1971 Cantando con gli amici
* Orietta Berti1972 Più Italiane di me1980 Le più belle canzoni popolari italiane1993 Le più belle canzoni popolari1996 Una voce, un cuore

Rataplan! Tamburo io sento
che mi chiama alla bandiera.
Oh che gioia, oh che contento,
io vado a guerreggiar.
Rataplan! Non ho paura
delle bombe e dei cannoni:
io vado alla ventura,
sarà poi quel che sarà.

Oh, la bella Gigogin,
col tromilerillellera,
la va spasso col so’ spincin,
col tromilerillerà!

Di quindici anni facevo all’amore…
Dàghela avanti un passo,
delizia del mio core!
A sedici anni ho preso marito…
Dàghela avanti un passo,
delizia del mio core!
A diciassette mi sono spartita…
Dàghela avanti un passo,
delizia del mio cor!

La ven, la ven,
la ven alla finestra,
l’è tutta, l’è tutta,
l’è tutta insipriata!
La dis, la dis,
la dis che l’è malada
per non, per non,
per non mangiar polenta!
Bisogna, bisogna,
bisogna aver pazienza,
lassalla, lassalla,
lassalla maridà!

Mi baciò, mi baciò il bel visetto.
Ciacciaccià!
Io le dissi, io le dissi: che diletto!
Ciacciaccià!
Là più in basso, la più in basso, in quel boschetto,
andaremo, andaremo a riposà!

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here