La canzone di Ursula

Introduzione

Indice

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

La canzone di Ursula di Bambini

In passato sono stata un po’ cattiva,
a una strega assomigliavo in verità;
son cambiata sai però,
non sono più cosi,
la vita mia è diversa, credi a me!
OH, SÌ!
C’è una cosa che ho sempre posseduto,
è il talento per i giochi di magia.
Ma ti prego non scherzar,
io cerco di aiutar
le persone più infelici attorno a me.
Patetico…
Io la gioia darò
a chi vorrà!
C’è chi vuole dimagrire
o chi soffre per amore
e con me
guarirà!
Oh io la gioia darò
a chi vorrà!
La pozione tutti vogliano da me
“URSULA, AIUTO!”
e io dico:
“Son qua!”
Ma non sempre va così:
se qualcuno s’è scordato di pagarmi,
l’ho punito,
l’ho punito,
questo sì!
Ma di solito, però,
sono una santa in verità
perché io la gioia vi do!

Agli uomini le chiacchiere non vanno,
si annoiano a sentire bla, bla, bla;
sulla terra va così
e le signore fanno in modo
da evitare di parlare un po’ di più.
Ai maschi la conversazione non fa effetto:
il gentleman la evita se può.
S’innamorano, però, di colei che sa tacer;
la donna un po’ ritrosa troverà
un uomo che la conquisterà,
ora fai la tua scelta;
io non posso più sprecare
troppo tempo qui con te,
voglio solo
la tua voce!
Mia triste anima sola,
tu sai perché:
è lo scotto da pagare per avere ciò che vuoi,
prendi fiato, fatti forza, firma questa pergamena.
Flotsam, Jetsam, ora è mia!
Abbiam vinto ancora noi!
Su questa anima sola!
Belugas e Bruga, venite o venti del mar!
Larinxis, Glauxidius e Max, Laringitis, la voce a me!
Ora canta!
Ah…
Canta! Canta!

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here