La collina

Introduzione

Indice

Album

È contenuto nei seguenti album:

1971 L’isola non trovataFrancesco Guccini
1974 Interpretano Guccini
1987 In concerto (vol.1)
2007 Nomadi & Omnia Symphony Orchestra (Cd 1)

Testo Della Canzone

La collina di Nomadi

Dove finisce la città,

dove il rumore se ne và,

c’è una collina che nessuno vede mai

perché una nebbia come un velo

la ricopre fino al cielo dall’eternità.

Nessuno mai la troverà,

la strada forse in altre età,

se conosciuta, ma l’abbiam

scordata ormai, l’abbiam scordata

e si è perduta lungo i giorni della

vita per l’eternità, dell’eternità.

Tururu nene uohuoh…

Tururu nene uohuoh…

Tururu nene uohuoh…

Forse l’abbiam vista nel passato

ma il ricordo se ne andato

dalla mente,

cercala negl’angoli del sogno

per portarla lungo

il volto del presente.

Oh se solamente io potessi rivederti

come adesso per un ora,

so di fiori grandi come soli,

ma mi sfuggono i colori

ancora.

Uohuuh…

Ricordo che sulla sommità,

c’è un uomo che sta sempre là,

per impedire che qualcuno cada giù,

da quella magica collina dalla parte

che declina e non ritorni più.

Più, più, più…

Anch’io tra i fiori tempo fa,

giocavo sulla sommità,

con i compagni miei,

dentro alla segale,

ma il prenditore non mi ascoltò

quando son venuto al mondo per l’eternità.

Per l’eternità, per l’eternità, per l’eternità.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here