La nostra terra

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Album

È contenuto nei seguenti album:

1998 Amor mio
1999 Sarà

Testo Della Canzone

La nostra terra di Cugini Di Campagna

(Karol Wojtyla – D. Politanò)
Giovanni Paolo II
(tratta dalla poesia “IL RITO” di S.S. GIOVANNI PAOLO II KAROL WOJTYLA)

La nostra terra
è divenuta un rito,
un segno di riscoperta
in cui l’uomo si è ritrovato.
La riconciliazione con la terra
può forse sostituirsi alla necessità,
sostituirsi all’obbligo di esistere,
imposto dalla terra
da ogni terra,
anche questa che scegli col cuore tra tutte le altre.
Quando vi metti radici per la vita o per la morte
essa allora ti sgretola fino a renderti polvere.
Con sforzo intravedi
e con sforzo diventi visibile
attraverso le necessità terrestri.

Per l’amore che oltrepassa la morte,
è divenuta un rito la terra;
Per l’amore che oltrepassa la morte,
la nostra terra è divenuta un rito.
Terra… Terra… Terra… La nostra Terra.

Vi è uno sforzo continuo
di sollevare
gli uomini dall’obbligo,
imposto dalla terra
e questo sforzo si chiama “storia”.
Non è resurrezione, la storia,
ma un continuo consenso alla morte,
da solo trasparenza
al succedersi di tutte le morti umane.
Non giunge al rito
che è divenuta la terra, la nostra terra.
Perciò noi amiamo la terra
amiamo la terra.
L’amore non scorre
insieme alla morte: l’oltrepassa.
Va al di là delle necessità terrestri.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here