La telecamera del cittadino

Testo Della Canzone

La telecamera del cittadino di Franco Trincale

CON UNA TELECAMERA COMPATTA DIGITALE

ME NE VADO IN GIRO E TUTTO VO A FILMARE

ALLA STAZION CENTRALE IL DUOM LA MADONINA

TUTTA L’ITALIA BELLA CH’E’ MESSA IN CARTOLINA

MA QUANDO VO A RIPRENDERE NELLA METROPOLITANA

LA GENTE ACCALCATA O LA LUNGA FILA IN POSTA

CE SEMPRE CHI MI BLOCCA E DA QUESTA RISPOSTA

LEI QUA’ NON PUO’ FILMARE

CI VUOL L’AUTORIZZAZIONE

NEL MENTRE CHE SON SPIATO

DALLA LORO TELEVISIONE

TELECAMERE PIAZZATE

DALLE BANCHE nelle strade

E LA GENTE VIENE SPIATA

IN ATTESA ALLE “FERMATE”

TELECAMERE AGLI INCROCI

PER FILMARE NELLE STRADE

ANCHE I CRISTI MESSI IN CROCE

NELLE MACCHINE MULTATE

TELECAMERE DEL DUEMILA

NELLE POSTE CON LA FILA

DOVE VENGO QUERELATO

PER IO LI HO FILAMATO

CI PARLANO DI PRAIVISI

E DI PROTEZIONISMO

MENTRE IMPONGONO LEGGI

CHE SON PROIBIZIONISMO

LE LORO TELECAMERE

QUA E LA POSSON PIAZZARE

E OGNI CITTADINO

LO POSSONO SPIARE

MA SE LA TELECAMERA

LA USA IL CITTADIINO

TI FANNO LA QUERELA

TI PIANTONO UN CASINO

IO CHE DA CANTASTORIE

DA CRONISTA ONESTO

CHE VOLEO FILMARE

IL TORTO IL DISONESTO

LA MI SI PROIBISCE

SENZA GIUTA RAGIONE

QUESTO MIO DIRITTO

FIN DOVE NON CE SCRITTO

IL CITTADINO PUO’ESSERE

SPIATO ANCHE NEL LETTO

DA QUEL POTER PURTROPPO

DA LUI STESSO ELETTO

MA SE LUI VUOLE FILAMARE

DEL POTER LE PORCHERIE

ALLOR LE FAN SUBIRE

DENUNCE ED ANGHERIE

TI DICONO E VIETATO

TI FANNO “ARRESTA’ “

NEL MENTRE CHE TI PARLANO

DI TELELIBERTA’

DI QUEL GRANDE BORDELLO

CHE L’E’ IL “GRANDE FRATELLO” .

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here