L’hai fatto a me

Testo Della Canzone

L'hai fatto a me di Gen Verde

Quando arriveremo là
là dov’è la casa sua,
quando busseremo,
Lui ci dirà:
Avevo fame
e tu hai spezzato assieme a me il tuo pane;
ero assetato
ed una goccia d’acqua tu mi hai dato:
entra allora, tu,
ho preparato il mio regno per te.

Avevo freddo
e tu mi hai riscaldato, mi hai coperto;
ero straniero
e il cuore e la tua casa mi hai aperto:
entra allora, tu,
entra nella mia casa.

Ero nel dolore
e non mi hai abbandonato;
ero prigioniero
e non mi hai dimenticato:
tu entra, tu entra, sì!

Perché ogni volta tu l’hai fatto a me
quando l’hai fatto al più piccolo, all’ultimo:
in quel piccolo, in quell’ultimo ero io.

Avevo freddo
e tu mi hai riscaldato, mi hai coperto;
ero straniero
e il cuore e la tua casa mi hai aperto:
entra allora, tu,
entra nella mia casa.

Ero nel dolore
e non mi hai abbandonato;
ero prigioniero
e non mi hai dimenticato:
tu entra, tu entra, sì!

Perché ogni volta tu l’hai fatto a me
quando l’hai fatto al più piccolo, all’ultimo:
in quel piccolo, in quell’ultimo ero io.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here