L’isola non trovata

Album

È contenuto nei seguenti album:

1971 L’isola non trovataFrancesco Guccini
1974 Interpretano GucciniNomadi
1984 Fra la via Emilia e il West – Vol. 1Francesco Guccini
1998 Guccini Live Collection – Disc 1Francesco Guccini

Testo Della Canzone

L'isola non trovata di Nomadi

(di Francesco Guccini)

Ma bella più di tutte
è l’isola non trovata
quella che il re di Spagna
ebbe da suo cugino,
il re del Portogallo
con firma suggellata
e bolla del Pontefice
in gotico – latino.

Il re di Spagna fece vela
cercando l’isola incantata
però quell’isola non c’era
e mai nessuno l’ha trovata.

Svanì di prua dalla galea
come un’idea,
come una splendida utopia
è andata via, non tornerà.

Le antiche carte dei corsari
portano un segno misterioso
ne parlan piano i marinari
con un timor superstizioso
nessuno sa se c’è davvero o è un pensiero
se a volte il vento ne ha il profumo
è come il fumo che non prendi mai.

Appare a volte avvolta
di foschia magica e bella
ma se il pilota avanza
su mari misteriosi
è già volata via
tingendosi d’azzurro,
color di lontananza.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

[nextpage title=”Accordi per chitarra”]

Accordi

   
E C#m D F#m A E D F#m A E D F#m A E D F#m A


E
MA BELLA PIU' DI TUTTE E' L'ISOLA NON TROVATA

D
QUELLA CHE IL RE DI SPAGNA EBBE DA SUO CUGINO

          F#m                        A
IL RE DEL PORTOGALLO CON FIRMA SUGGELLATA

                      E
E BURLA DEL PONTEFICE IN GOTICO LATINO

                     D    F#m      A              E
IL RE DI SPAGNA FECE VELA CERCANDO L'ISOLA INCANTATA

                      D     F#m      A              E
PERO' QUELL'ISOLA NON C'ERA E MAI NESSUNO L'HA TROVATA

C#m                      F#  A        B C#
SVANI' DI PRUA DALLA GALEA CO  ME UN'IDEA

C#m                     F#  D         A
COME UNA SPLENDIDA UTOPIA E'   ANDATA VIA E NON TORNERA'

E                       D    F#m        A             E
LE ANTICHE CARTE DEI CORSARI PORTANO UN SEGNO MISTERIOSO

                      D    F#m      A              E
NE PARLAN PIANO I MARINARI CON UN TIMOR SUPERSTIZIOSO

C#m                     F# A           B  C#
NESSUNO SA SE C'E' DAVVERO OD E' UN PENSIERO

C#m                               F#
SE A VOLTE IL VENTO NE HA IL PROFUMO

D          A                E     B E D F#m A
E' COME IL FUMO CHE NON PRENDI MAI  

      

E                                          D
APPARE A VOLTE AVVOLTA DI FOSCHIA MAGICA E BELLA

                       D6                                F#m
MA SE IL PILOTA AVANZA SU MARI MISTERIOSI E' GIA' VOLATA VIA

                  A                   E
TINGENDOSI D'AZZURRO COLOR DI LONTANANZA

                       D          F#m      A
NA NA NA NA NA   NA NA NA NA NA   NA NA NA NA NA

         E                           D       F#m      A
NA NA NA NA   NA NA NA NA NA   NA NA NA NA   NA NA NA NA NA 

         E                              D       F#m         A
NA NA NA NA   NA NA NA NA NA   NA NA NA NA NA   NA NA NA NA NA

         E                                 D       F#m         A
NA NA NA NA NA   NA NA NA NA NA   NA NA NA NA NA   NA NA NA NA NA

         E                                 D       F#m         A
NA NA NA NA NA   NA NA NA NA NA   NA NA NA NA NA   NA NA NA NA NA

         E                                 D       F#m         A             E
NA NA NA NA NA   NA NA NA NA NA   NA NA NA NA NA   NA NA NA NA NA   NA NA NA NA NA

***

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here