Lontano – Nomadi

Album

È contenuto nei seguenti album:

1985 Ci penserà poi il computer
2003 Nomadi quaranta (disc 1)

Testo Della Canzone

Lontano – Nomadi di Nomadi

Lontano via nel tempo pensieri a metà,

sul soffitto macchie di umidità,

nelle tasche le briciole della realtà.

Lontano quando è tardi e si chiudono i bar

dentro a un’auto fra fumo ed ansietà

o davanti ad un portone.

E lontano respirando l’odore che dà

una nuova, qualunque città

regalandoti al primo che ti chiamerà.

E lontano mille miglia a due passi da me,

non vedere l’azzurro che c’è,

non cercare più niente.

Dentro il futuro sospinto da venti del nord,

tra forze selvagge che chiamano e portano con se

tra stelle cadenti, speranze che volano via

nei ricordi sbiaditi di un domani naturale follia.

Lontano dentro a case di malinconia

con la noia che fuori è follia

solo per la tua strada.

Lontano occhi al buio che guardano su

appoggiarsi ad un muro per star su

ed abbracciare la notte.

E lontano cuore gonfio di curiosità

affacciati su quel che sarà

e vedere partire l’ultimo tram.

E lontano ma quando,

senza alcuna ragione o un perché,

ritrovarsi a cantare alle tre

una canzone d’amore per te.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

   
INTRO: MI- / SI- / DO7+ / RE / DO7+

Lontano, via dal tempo, pensieri a metà,
    SOL                        DO
sul soffitto, macchie d’umidità,
                          RE
nelle tasche le briciole della realtà…
                    DO             SOL       RE
Lontano, quando è tardi e si chiudono i bar
    SOL                           DO 
dentro un’auto, tra fumo e ansietà,
                       RE
o davanti a un portone…
        DO           SOL   RE

E lontano, respirando l’odore che dà
    SOL                   DO     
una nuova, qualunque città,
                        RE 
regalandoti al primo che ti chiamerà…
                DO                SOL        RE

E lontano, mille miglia a due passi da me,
      SOL                      DO 
non vedere l’azzurro che c’è,
              RE
non cercare più niente
    DO             SOL       RE

Dentro al futuro,
                                     MI-
sospinti da venti del Nord,
  SI-
tra forze selvagge che chiamano e portano con sé
                       DO7+                             RE         
a stelle cadenti,
                                     MI-
 speranze che volano via
              SI-
nei ricordi sbiaditi
                                         DO7+
di un domani, naturale follia…
              LA-           RE

INTRO : MI- / SI- / DO7+ / RE / DO7+

Lontano dentro a case di malinconia,
SOL                           DO 
con la noia che fuori è follia,
                   RE
solo, per la tua strada…
      DO            SOL       RE           

Lontano, occhi al buio, che guardano giù,
    SOL                          DO                         
appoggiati ad un muro per star su
                   RE
e abbracciare la notte…
          DO           SOL     RE
  
E lontano, cuore gonfio di curiosità,
    SOL                         DO
affacciarsi su quel che sarà
                  RE
e vedere partire l’ultimo tram…
              DO             SOL       RE
 
E lontano, ma quando,
    SOL
senza alcuna ragione o perché,
                 DO
ritrovarsi a cantare alle tre
                 RE
una canzone d’amore per te…
       DO                       SOL     RE


MI-/   SI-/  DO7+/  RE/   DO7+ 

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here