L’origine del mondo

Album

È contenuto nei seguenti album:

1998 La favola di Adamo ed Eva
2002 Antecedentemente inedito

Testo Della Canzone

L'origine del mondo di Max Gazzè

Il riflesso sul lago di Kaman
mosso da un gelo pittoresco e inesatto
piega gli elementi in un comune respiro e sposta le nuvole
da pezzi di sereno a grappoli uniti all’Europa centrale
dove Geografia rimprovera meridiani
calca sull’equatore quale leader incontrastato
punge con il picco le aree più basse
Ho udito sirene cantare troppo piano
il grido di Ulisse gonfiare le vele

Perfino nello sconcerto delle Marianne
s’annida riluttante l’origine del mondo
quando linfe ingrossate vivacchiano a fondo
lasciano il piglio alle correnti
mentre ai bordi una furba umidità
cresce fra creature allegre vanitose
fuori sulle sabbie l’Atlantico è pensoso
su come cucire le terre che separa

Spero che non voglia o che voglia per sempre
il contrario dei sogni l’origine del mondo

Cristalli di cielo frantumano l’ordine apparente di gesso
scaturito da quello che sotto chiamano quasi sempre
colui che governa e controlla le cose
come un’immensa unica verità plasmata in forma perfetta (conveniente)
che a vederla appare in balia di qualsiasi evento esagonale

e tu profitta dello scompiglio per decidere finalmente
certifica l’origine del mondo

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

[nextpage title=”Accordi per chitarra”]

Accordi

   
 Mim DO7+ SOL6 RE9 
Il riflesso sul lago di Kaman mosso da un gelo pittoresco ed inesatto 

Mim DO7+ SOL6 RE9 
Piega gli elementi in un comune respiro e sposta le nuvole da pezzi di 
sereno 

   Mim DO7+ SOL6 RE9 
A grappoli uniti all'Europa centrale dove Geografia rimprovera meridiani 

Mim DO7+ 
Calca sull'equatore quale leader incontrastato e punge con il picco 

   SOL6 RE9 
Le aree più basse 

     DO RE 
Ho udito sirene cantare troppo piano, il grido di Ulisse gonfiare le vele. 


Mim SOL RE4 RE Mim SOL RE4 RE 


   Mim DO7+ SOL6 
RE9 
Perfino nello sconcerto delle Marianne si annida riluttante l'origine del 
mondo 

       Mim DO7+ SOL6 RE9 
Quando linfe ingrossate vivacchiano a fondo lasciando il piglio alle 
correnti 

Mim DO7+ SOL6 RE9 
Mentre ai bordi una furba umidità cresce fra creature allegre, vanitose 

Mim DO7+ SOL6 RE9 
Fuori sulle sabbie l'Atlantico è pensoso su come cucire le terre che separa 

DO 
Spero che non voglia o che voglia per sempre 

                                      RE 
il contrario dei sogni, l'origine del mondo 


Mim SOL RE4 RE DO SOL RE4 RE DO 


    MIm SOL RE4 RE DO SOL SOL RE 
Cristalli di cielo frantumano l'ordine apparente di gesso scaturito 

   DO 
Da quello che sotto chiamano quasi sempre colui che governa 

                RE 
E controlla le cose 

MIm SOL RE4 RE DO SOL SOL RE 
Come un'immensa unica verità plasmata in forma perfetta 
(conveniente) 

         DO RE 
Che a vederla appare in balia di qualsiasi elemento esagonale 


Mim7 SOL6 DO7+ SOL6 RE9 X3 

          Mim7 SOL RE4 RE 
E tu approfitta dello scompiglio per decidere finalmente 


DO7+ SOL RE 
certifica l'origine del mondo 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here