Malebranche – Claver Gold & Murubutu Testo della canzone

Malebranche – Claver Gold & Murubutu Testo della Canzone. Wikitesti.com è la più grande enciclopedia musicale italiana, sul nostro sito oltre i testi delle canzoni potete trovare: traduzioni delle canzoni, accordi per chitarra, spartiti musicali e molto altro.

TESTO

Il Testo della della canzone Di: Malebranche – Claver Gold & Murubutu

Come vuoi, vuoi
Quando il cielo nero crollerà su di voi, voi
Quando il fiume in piena calerà su di voi, poi
Quando un siero nero colerà su di voi, voi
Guardie di sto male, Malebranche!
Sparirai, nel pieno del segreto come i traffici tuoi,
Dal centro dell’inferno come falsi antieroi,
Dal cielo verso il greto satanassi e avvoltoi
Come voi, come voi!

In una mattina del 1300
dentro a una bolgia dell’ottavo cerchio
l’acqua riempiva e copriva le gole
là dentro le gore d’un modo sommerso,
le acque più scure che come bitume
ricoprono i corpi nel fluido più denso,
le onde e le schiume solcavano il fiume
con le anime morte là dentro nel grembo.
Giunse un demone improvviso, in viso sguardo da pazzo
un dannato sulle spalle, un grido, un lancio dall’alto,
lo teneva stretto al ciglio per gettarlo nel fango,
muto e appeso ad un uncino come un quarto di manzo.
Per ogni dannato che emerge dall’olio
un demone plana e distende le ali
e ogni malnato riemerso dall’orlo
un diavolo chiama i suoi cani randagi.
Ad ogni carica sveglia la bestia
che resta là in veglia sopra la quiete
e ad ogni anima messa là immersa
pressa la testa sotto la pece.





Come vuoi, vuoi
Quando il cielo nero crollerà su di voi, voi
Quando il fiume in piena calerà su di voi, poi
Quando un siero nero colerà su di voi, voi
Guardie di sto male, Malebranche!
Sparirai, nel pieno del segreto come i traffici tuoi,
Dal centro dell’inferno come falsi antieroi,
Dal cielo verso il greto satanassi e avvoltoi
Come voi, come voi!

Sti barattieri che ora lo fanno per moda
mi parlano dei quartieri, mi parlano della droga
nel lusso di quei piaceri dove la foga li affoga
noi siamo scesi sinceri scortati da Malacoda
lungo le strade di demoni alati, armati di rabbia ed uncini
io ti inchiodavo su quei “pensieri di stracci” , Guccini
Baci omicidi ed abbracci falsi nei tiri mancini
poi mi sollevo nel vento folle di Osvaldo Licini
Questi colleghi che non salutan la gente
la vita gli ha dato tutto, non han paura di niente,
perché non temono il lutto, saranno “ricchi per sempre”
sono costretti a nuotare dentro ad un mare di pece bollente
Che per la pace a quel verme non serve più il Padre eterno
se gira in tondo legato al denaro che fa da perno
mentre lama sottile di amore buca lo sterno
voi non vedrete più il cielo voi resterete all’inferno!

Come vuoi, vuoi
Quando il cielo nero crollerà su di voi, voi
Quando il fiume in piena calerà su di voi, poi
Quando un siero nero colerà su di voi, voi
Guardie di sto male, Malebranche!
Sparirai, nel pieno del segreto come i traffici tuoi,
Dal centro dell’inferno come falsi antieroi,
Dal cielo verso il greto satanassi e avvoltoi
Come voi, come voi!

Ecco una serie di risorse utili per Claver Gold & Murubutu in costante aggiornamento

Tutti i TESTI delle canzoni di Claver Gold & Murubutu

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here