Mia cugina

Album

È contenuto nei seguenti album:

1995 Fuoco

Testo Della Canzone

Mia cugina di Franco Ricciardi

Giù le luci tutto è pronto
ed una voce dice:
Franco, in scena dai.
Io confuso dalle grida della folla
che non mi ci abituo mai.

Quella ragazzina in prima fila
con un viso indescrivibile
Mentre le altre gridano il mio nome
fissa gli occhi su di me.

Poi finita la serata
dentro al camerino ci ritrovo lei.
Bella da morire che così, lo giuro,
non ne avevo viste mai.

E quel bacio lungo da impazzire
è stato un gesto inevitabile
tutto così bello fino a quando
nun m’ha ritt a verità

Rit:
OOhh Dio, ma quella che ho baciato
era mia cugina,
io nun m’arricurdav era piccolina
quanno veneva ‘a casa cu mammà
Oohh Dio, ma guarda un pò che stronza
è mia cugina
m’ha mis rind’a sta vita n’ammuina
chissà se ‘o tiempo mo pò cancellà
saie che scuorno pè mammà
era na criatura,
l’ha m’barat ‘a cammenà.

Cento mila donne
mai nessuna nel mio cuore c’era entrata, mai.
Ed invece lei ci ha messo un attimo
e in un attimo è finita già.
Se nelle sue vene c’è il mio sangue
questa storia è impossibile.
Ma com’era bella chella vocc
nun m’ha pozzo cchiù scurdà.

Rit:
OOhh Dio, ma quella che ho baciato
era mia cugina,
io nun m’arricurdavo era piccolina
quanno veneva ‘a casa cu mammà
Oohh Dio, ma guarda un pò che stronza
è mia cugina
m’ha mis rind’a sta vita n’ammuina
chissà se ‘o tiempo mo pò cancellà
saie che scuorno pè mammà
era na criatura, l’ha m’barat ‘a cammenà.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here