Musica proibita

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Musica proibita di Enrico Caruso

( Romanza di Stanislao Gastaldon – 1881 )
(Gastaldon)
Claudio Villa
* Andrea Bocelli2002 Sentimento
Gino BechiMichelangelo Verso
Mario Lanza
Ogni sera di sotto al mio balcone
sento cantar una canzon d’amore
più volte la ripete un bel garzone
e battere mi sento forte il core,
e battere mi sento forte il cor.

Oh, quanto è dolce quella melodia
oh, come è bella, quanto m’è gradita
ch’io la canti non vuol la mamma mia
vorrei saper perché me l’ha proibita?
Ella non c’è ed io la vo’ cantar
la frase che m’ha fatto palpitare:

“Vorrei baciar i tuoi capelli neri
le labbra tue e gli occhi tuoi severi
vorrei morir con te angel di Dio,
oh, bella innamorata, tesor mio.”

Qui sotto il vidi ieri a passeggiare
e lo sentiva al solito cantar:

“Vorrei baciar i tuoi capelli neri
le labbra tue e gli occhi tuoi severi,
stringimi, o cara, stringimi al tuo core
fammi provar l’ebbrezze dell’amor.”

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here