Naufragati

Stampa Testo

Album

È contenuto nei seguenti album:

1995 Pappa di latte (Cd 2)

Testo Della Canzone

Naufragati di Mina

(Duetto con Audio 2)
di: (DonzelliLeomporro)

* Audio 22002 Sorrisi e canzoni

Che peccato
mi sono fermato
proprio dove non c’è
neanche un ponte
che sorvoli il bagnato
e ci arrivi da sé
oltre il mare,
sì che è facile
per me immaginare
che ci sono quelle terre
che vorrei più di te.

lontani così
senza telefono
e anche un grammofono
Naufragati
senza quasi
Naufragati
senza un’ancora
Naufragati
soli su un’isola
che rimane terra
solo per vivere
per respirare ossigeno,
il più caldo che c’è,
che c’è.
Disperato
lo sapevo che l’avresti mangiata
il peccato della mela proibita
nella gola ce l’hai

la storia così
ripete l’incubo
del giardino enigmatico
Naufragati
senza quasi
Naufragati
senza un’ancora.
Naufragati
soli su un’isola
per respirare ossigeno,
il più caldo che c’è,
che c’è

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *