Ninna nanna della bambina

Album

È contenuto nei seguenti album:

1995 Azz…

Testo Della Canzone

Ninna nanna della bambina di Federico Salvatore

“Amore? Son tornata!
Non ti dico che serata! Piazza Dante era bloccata!
Son rimasta imbottigliata quasi per un’ora e più!
Ma comunque come è andata? La bambina l’hai cambiata?
E le hai dato la poppata? E rispondimi Ciuciù!”

Ciuciù! A faccia ra’ zoccola vecchia!
Amore.. sei tornata!
ti aspettavo a braccia aperte, vieni sotto le coperte!
Sì, però, chiudi le porte che se parlo a voce forte io no mi controllo più!
E non sai che se si sveglia n’ata vota nostra figlia
me ne scengo co’a vestaglia e tt’ò chiagni sula tu!

“Ecco fatto! Sei nervoso! non parliamone stasera buon riposo!”
Ah, e ‘accussì tu mo’ te credi ‘e t’addurmì? Ma po’ sang e chi t’è muorto me’a sentì!
Sto aspettando n’ata vota ca me vuò lassà a nennela!
Ie te faccio camminà c’a carruzzella!
Altrimenti moglie bella quando esci ‘a piccerella ce la porti a quella cessa ‘e tua sorella!
che telefona soltanto per le feste! A pasquetta, a capodanno e a ferragosto!
E si piazza appresso a noi perché ha capito che chi paga è chistu strunzo ‘e tuo marito!

“Ecco fatto ci risiamo,
colla scusa d’a bambina tiri fuori mano mano quello che non ti va giù!
Ma se non vuoi fare il padre si dividono le strade!
me ne torno da mia madre e non ne parliamo più!”

Io non voglio fare il padre, m’e capito?
ca’ io stasera me stongo esaurito!
Chella mostr’a zucalatte a tradimento nun m’ha fatto trovà pace ‘nu mumento!
sono stato più ‘e tre ore a tenerla sempre in braccio
si sapessi che dolore ‘into a ‘stu braccio!
c’aggia fatto a ninna nanna, c’aggia dato o’ bibberon, c’aggia miso pure o’ panno!
ma che sang r’a culonna ha chiagnuto tutta a serata
chella stippola ‘mbriacata nun m’ha dato manco o’ tiempo e’ na pisciata!
Mentre tu ti andavi a fare la passeggiata a me m’ha fatto a guallera abbuffata!
L’aggia misa ‘int o’ siggione pe’ vedé a televisione
che stasera stev’a coppa dei campioni!
Tanto che il telecronista, Giampiero Galeazzo, pe’ microfono m’ha detto:
“sta guagliona fa’ ascì pazzo! e falle ‘na siringa di bromuro!
miettece ‘a zizza ‘mmocca ‘a sta criatura!
Io gli ho risposto caro Galeazzo
io sono il padre che ce metto o..

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here