Non sono stato io

Album

È contenuto nei seguenti album:

1994 Daniele Silvestri

Testo Della Canzone

Non sono stato io di Daniele Silvestri

Non crederanno più a chiunque porti bene
e chiunque lo sostiene, lo butteranno giù
E non vorranno più sentire le nostre spiegazioni
e le caute riflessioni non basteranno più.

Ormai è caduto il muro davanti ai loro occhi
e non sono così sciocchi da ritirarlo su.

Non crederanno più alla politica di mestiere
a chi è vissuto troppo nel potere.

Non sono stato io, non sono stato io
non sono stato io, non sono io.

Non basteranno più i simboli di allora
a garantire ancora questa longevità.

Non crederanno più ai vecchi giri di parole
a chi si spiega male, a chi si spiega male.

Perché ormai è caduto il muro con tutti i suoi palazzi
e non sono così pazzi da ritirarlo su.

Il prezzo della storia , di ogni rivoluzione
è quello di non fare distinzione.

Non sono stato io, non sono stato io
non sono stato io, non sono stato io…

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

[nextpage title=”Accordi per chitarra”]

Accordi

   

Intro: Mi

                Do                   Sol
Non crederanno più a chiunque porti bene
                 La                    Mi
e chiunque lo sostiene, lo butteranno giù

                      Do                   Sol
E non vorranno più sentire le nostre spiegazioni
                  La                   Mi
e le caute riflessioni non basteranno più.

                  Do                    Sol
Ormai è caduto il muro davanti ai loro occhi
                 La                   Mi
e non sono così sciocchi da ritirarlo su.

                Do                     Sol
Non crederanno più alla politica di mestiere
                  Fa
a chi è vissuto troppo nel potere.

               Mi
Non sono stato io, non sono stato io

non sono stato io, non sono io.

                Do                 Sol
Non basteranno più i simboli di allora
              La               Mi
a garantire ancora questa longevità.

                Do                      Sol
Non crederanno più ai vecchi giri di parole
                 La                    Mi
a chi si spiega male, a chi si spiega male.

                          Do                     Sol
Perché ormai è caduto il muro con tutti i suoi palazzi
                 La                Mi
e non sono così pazzi da ritirarlo su.

                 Do                     Sol
Il prezzo della storia , di ogni rivoluzione
                 Fa
è quello di non fare distinzione.

               Mi
Non sono stato io, non sono stato io

non sono stato io, non sono stato io...



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here