‘O ritratto ‘e Nanninella

Introduzione

Indice

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

'O ritratto 'e Nanninella di Canzoni Napoletane

(Scarfò – Vian (Antonio Viscione)
Sergio BruniGino LatillaClaudio VillaMario TreviMaria Paris
* Gianni Celeste – 1988 Sognando Napoli

Caro pittore,
‘mméscale cu ‘o penniello sti culure…
pròvate a fá nu quadro di valore:
Píttace na matassa ‘e seta nera,
píttace doje curvine, scure scure…
na fravula zucosa…
e na schiuppata ‘e rose, rose thè!

Chist’è ‘o ritratto,
‘o ritratto ‘e Nanninella:
Suspire e vase ardente,
prumesse e giuramente,
bellezze e vanitá!
Chistu ritratto
io ce ‘o manno a Nanninella…
che fa si mm’ha lassato?
si ‘ammore, mo, è fernuto?…
Chistu ritratto
nce ll’aggia manná!

Caro pittore,
‘mméscale cu ‘o penniello sti culore…
pròvate a fá nu quadro di valore:
Píttace na tempesta ‘mmiez’ô mare,
píttace, atturcigliata a ciento core,
na vipera maligna,
cu ll’uocchie ‘e fuoco, pronta a muzzecá!

Chist’è ‘o ritratto….

Chistu ritratto
io ce ‘o manno a Nanninella…
Giacché dimane sposa,
lle voglio fá ‘a surpresa:
Chist’è ‘o regalo ‘e nozze
ch’aggi
a fá!

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here