Padri e figli

Album

È contenuto nei seguenti album:
2010 La ruota

Testo Della Canzone

Padri e figli di Enrico Ruggeri

Le foto si sono ingiallite
sarà il troppo poco guardarle
dovrebbero prendere aria se vuoi conservarle
seduto su quella poltrona
con gli abiti ormai così larghi
che lì la mia mano affondava volendo abbracciarti
ricordo le brevi parole
che hai ripetuto più volte
e io non volevo ascoltare e parlavo più forte
non potevo capire
non avrai tempo per me
quando il tuo sguardo andrà in contro alla vita
quì non c’è posto per me
nella tua corsa infinita per prenderti il mondo
e il mondo ti aspetta
la scena è cambiata veloce
e mi hanno cambiato di ruolo
e guardo i miei figli dormire e parlo da solo
seduto su un’altra portona
ripeto le stesse parole
qualcuno le consumerà voleranno da sole
non avrai tempo per me
quando il tuo sguardo andrà in contro alla vita
quì non c’è posto per me
nella tua corsa infinita per prenderti il mondo
e il mondo ti aspetta
altri ricordi verranno
si rincorreranno stagioni
e dopo di noi canteranno le stesse canzoni
non avrai tempo per me
quando il tuo sguardo andrà in contro alla vita
quì non c’è posto per me
nella tua corsa infinita per prenderti il mondo
e il mondo ti aspetta.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here