Palomma

Introduzione

Indice

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Palomma di Canzoni Napoletane

(Armando Gill)
Sergio Bruni

Palomma te chiammavea mamma tuhe
palomma e ne faceva lacrimelle
chella nun sape a casa suje
sempe cumpagne e cumpagnelle
e comme ‘na palomma tu facive
e a scola e da maesta nun ce jive
ciento ‘nnamuratielle appriesso a ‘tte
e ce ‘ncappai pur’io senza vule’
palomma plomma ca vuoli
cagnanno nu sciore pe’ n’ato
si truove qualche sciore avvelenato
firnisce ‘e vula’
palomma e stuocchie tuoje erano stelle
nu manto ‘e seta sti capille nire
ma aro’ passava pe’ ste scelle
n’erano lacrime e suspire
anfino ca nun juorne pe’ destino
te ‘ncapricciaste cu nu signorino
ma cu nu signorino ‘e chilli la’
ca pensano a fa’ riebbiti e a juca’
palomma palomma ca vuoli
cagnanno nu sciore pe’ n’ato
si truove qualche sciore avvelenato
firnisce ‘e vula’
e chille ca giuraje ca te spusava
‘na casa t’afitaje ncopa ‘e quartiere
e po’ truccata te mannava
‘nmiezzo a tulete tutte e sere
aggia saputo mo’ ca staje malata
forte si a tirannanzi sta vernata
e chille ca pria sta vicino a ‘tte
stanotte agghiurna enta’ nu tabarin
palomma che pena stu core
pensanno all’ammore passato
mo’ c’hai truvato o sciore avvelenato
nun puoi ‘cchiu’ vula’.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here