Pe’ salvà  ‘o cellulare

Album

È contenuto nei seguenti album:

2005 The dark side of the moonnezz

Testo Della Canzone

Pe’ salvà ‘o cellulare di Tony Tammaro

Testo e musica: TonitammaroStevo a Piazza Garibaldi, proprio annanze ‘a stazione

aspettavo ‘o pullman, affianco a me ‘nu barbone

mmiezo a cinche sei nite e tre o quattro polacchi

‘o barbone parlava e puzzava ‘e cognac

pè m’o togliere ‘a tuorno l’etta dà ‘na vuttata

me guerdaie mmiezo ‘a mano era tutta ‘nzevata

tre cinesi, algerini, drogati e mignotte

in quel luogo infernale calava la notte.

Ero l’unico bianco in quel posto tribale

bello e buono a’int’a sacca squillaie ‘o cellulare

io pensai: se lo caccio faccio ‘a fine d’o pollo

‘int’a cinche minute me zompano ‘ncuollo

con un lampo di genio m’o vuttaie ‘int’a mutanda

se sentette ‘na voce: – Cù chi sto parlanno? –

Me mettevo paura, stevo comme a nù pazzo

le dicette: – Compà staie parlanno c’o c…-

Alle quattro di notte ‘o pullman nun passava

chillu coso ‘int’a sacca che acnora squillava

me venette ‘na crisi e cercaie d’o stutà

ma ‘int’a sacca che ancora squillava

me venette ‘na crisi e cercaie d’o stutà

ma ‘int’a mano sentette ‘na specie ‘e babbà

‘o strignette cchiù forte pè cercà chillu tasto

ma il babbà di cui sopra nunn’era ‘na pasta

guarda un po’ l’uomo bianco che deve inventare:

se rumpette ‘a mutanda!…Ma salvatie ‘o cellulare

…salvaie ‘o cellulare

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here