Piangi Roma

Album

È contenuto nei seguenti album:

2009 Piangi Roma

Testo Della Canzone

Piangi Roma di Baustelle

Composto e registrata per “Giulia non esce la sera”, il film di Giuseppe Piccioni.
* Valeria Golino

Mi manchi tu, la fantasia,
il cinema, l’estate indiana,
mi servi tu, un brivido,
il ghiaccio nel, campari soda.

Fumo un’altra sigaretta,
perché è facile buttarsi via,
respiro e scrivo,
tutto quello che mi manca
è un’assurda specie di preghiera,
che sembra quasi amore…

Piangi Roma, muori amore,
splendi sole, da far male.
ho già fatto le valigie,
ma rimango ad aspettare.

Ridi Roma, ridi amore,
dice il telegiornale,
che la fine si avvicina,
io m’invento un gran finale.

Mi manchi tu, la libertà,
tanti LP, Battisti e Mina,
mi servi tu, la malattia,
che spazza via, la razza umana.

Chiudo con le sigarette,
un ragazzo in strada scappa via,
e metto in lista
tutto quello che mi manca,
e mi sembra quasi una preghiera,
oppure folle amore.

Piangi Roma, muori amore,
tutto il bene che so dare,
come il sasso e la fontana,
si consuma, si consuma.

Ridi Roma, godi amore,
nonostante il temporale,
metto i panni ad asciugare,
piangi Roma, ti fa bene…

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

[nextpage title=”Accordi per chitarra”]

Accordi

     
         MI-          MI-

Mi manchi tu, la fantasia,



      LA-              SI-

il cinema, l'estate indiana,



        MI-        LA-

mi servi tu, un brivido,



           SI-            FA-

il ghiaccio nel, campari soda.





 SOL

Fumo un'altra sigaretta,



 MI-                         DO

perché è facile buttarsi via,



          FA

respiro e scrivo,



 SOL

tutto quello che mi manca



 MI-                             DO

è un'assurda specie di preghiera,



           FA      LA-

che sembra quasi amore...





 SOL

Piangi Roma, muori amore,



 DO

splendi sole, da far male.



 SI-

ho già fatto le valigie,



RE   DO       SI-   DO

ma rimango ad aspettare.



 SOL

Ridi Roma, ridi amore,



 DO

dice il telegiornale,



 SI-

che la fine si avvicina,



RE              DO    SI-  SOL

io m'invento un gran finale.





Mi manchi tu, la libertà,

tanti LP, Battisti e Mina,

mi servi tu, la malattia,

che spazza via, la razza umana.



Chiudo con le sigarette,

un ragazzo in strada scappa via,

e metto in lista

tutto quello che mi manca,

e mi sembra quasi una preghiera,

oppure folle amore.



Piangi Roma, muori amore,

tutto il bene che so dare,

come il sasso e la fontana,

si consuma, si consuma.



Ridi Roma, godi amore,

nonostante il temporale,

metto i panni ad asciugare,

piangi Roma, ti fa bene... 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here