Piazza bella piazza

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Piazza bella piazza di Claudio Lolli

Piazza, bella piazza, ci passó una lepre

pazza.

Uno lo cucinó, uno se lo mangió, uno lo

divoró, uno lo torturó: uno lo scorticó, uno

lo stritoló, uno lo impiccó, e il mignolino,

che era il piú piccino, piú niente trovó.

Piazza, bella piazza, ci passó una lepre

pazza.

Ci passarono dieci morti, vigliacchi indegni

degli ufficiali, teste calde, politicanti, un

metro e mezzo senza le ali, ci passai con la

barba lunga per coprire le mie vergogne, ci

passai con i pugni in tasca, senza sassi per

le carogne.

Piazza, bella piazza, ci passó una lepre

pazza.

Ci passó tutta una cittá calda e tesa come

un’anguilla, si sentiva battere il cuore, ci

mancó solo una scintilla: sentivamo di essere

in tanti, capivamo di essere pochi, il

problema era solamente come farlo capire ai

morti.

Piazza, bella piazza, ci passó una lepre

pazza.

E fu il giorno dello stupore, e fu il giorno

dell’impotenza, si sentiva battere il cuore,

di Leone avrei fatto senza, si sentiva

qualcuno urlare “sono fischi per quei maiali”,

siamo stanchi di ritrovarci solamente a dei

funerali.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

   

Lam7            Mim7 Lam7
Piazza, bella piazza,    ci passó una lepre
Mim7
pazza.
Lam7           Mim7              Rem7
Uno lo cucinó, uno se lo mangió, uno lo
        Mi              Lam7             Fa
divoró, uno lo torturó: uno lo scorticó, uno
             Sol                       Fa
lo stritoló, uno lo impiccó, e il mignolino,
                  Mi                 Lam7
che era il piú piccino, piú niente trovó.

Lam7                       La#m7
Piazza, bella piazza, ci passó una lepre
 Solm
pazza.
                                       Fam
Ci passarono dieci morti, vigliacchi indegni
                       La#m7
degli ufficiali, teste calde, politicanti, un
        Rem7                     Solm
metro e mezzo senza le ali, ci passai con la
                  Lam7
barba lunga per coprire le mie vergogne, ci
                      Rem7
passai con i pugni in tasca, senza sassi per
       Solm    Fam Mi7 Rebdim Lam
le carogne.

  Lam                     La#m7
Piazza, bella piazza, ci passó una lepre
Solm
pazza.
                                 Fam
Ci passó tutta una cittá calda e tesa come
                 La#m7
un'anguilla, si sentiva battere il cuore, ci

  Rem7                       Solm
mancó solo una scintilla: sentivamo di essere
             Lam
in tanti, capivamo di essere pochi, il
               Rem7
problema era solamente come farlo capire ai
Solm    Fam Mi7 Rebdim Lam
morti.

Lam                       La#m7
Piazza, bella piazza, ci passó una lepre
Solm
pazza.
                                      Fam
E fu il giorno dello stupore, e fu il giorno
                     La#m7
dell'impotenza, si sentiva battere il cuore,
   Rem7                         Solm
di Leone avrei fatto senza, si sentiva
                       Lam
qualcuno urlare "sono fischi per quei maiali",
                      Rem7
siamo stanchi di ritrovarci solamente a dei
    Solm     Fam Mi7 Rebdim Lam
funerali.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here