Piccola rosa di maggio

Album

È contenuto nei seguenti album:

2004 Raccogliendo i pensieri

Testo Della Canzone

Piccola rosa di maggio di Luca Sepe

testo di Luca Sepe e Giovanni Falco
Musica di Luca Sepe

Quanto scalci…
non lo sai che non ti perdi niente?
solo caos ed un mucchio di gente
che di certo non sa tu chi sei.

Ma capisco che lì dentro magari stai stretta
e che è davvero tanta la fretta
di vedere tua madre com’é….

Rimarrò lì a ridere
delle tue mani minuscole
Tuo padre lui, ora non sa
quanto il suo cuore cambierà
Sarai la ruga più dolce del mondo
sulla sua fronte pulita com’é
e accarezzando il tuo viso rotondo
lo sentirai innamorato di te

Quanto scalci…
non lo sai che qui fuori c’é vento?
E’ un pò grigio ma non mi lamento
il sole ha detto: « Io rinasco con lei!»
Ti domandi io chi sono che parlo da saggio
ma tu piccola rosa di maggio
quante cose ti domanderai

E grida forte, fatti sentire
dì tutto quello che hai da dire
Ti ascolteremo anche per ore
chiedi di tutto, chiedi amore
Tua madre oggi ha un sorriso diverso
tuo padre sogna stringendoti a se
ed io rimango a guardarti un pò perso
dentro ai tuoi occhi più grandi di me.

Tua madre oggi ha un sorriso diverso
tuo padre sogna stringendoti a se
ed io rimango a guardarti un pò perso
…dentro di te.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here