Povera Santa

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Povera Santa di Canzoni Napoletane

(BonaguraCioffi)

Fiore amaranto,
stu core cantava cuntento:
“‘A voglio bene e mme vò’ bene tanto!”
Giá steva pronta ‘a casa:
‘na casarella rosa…
giá te vedevo, oje bella,
dinta cchiesa…

vestuta ‘a sposa.

Pecché te ne si’ ghiuta…
pecché te ne si’ ghiuta?
Ah, scellarata!

Da quanno mm’hê lassato,
chist’uocchie nun reposano na vota!

Ched è na vota!

Frunnélla ‘e rosa,
mo chiagne cu ll’uocchie annascuse,
‘sta vicchiarella mia, ca nun reposa…
E pe’ mme fá cuntento,
quanta buscíe mme conta!
Nun ne diceva maje,
povera santa…

e mo mme cconta!

Pecché te ne si’ ghiuta…
pecché te ne si’ ghiuta?
Ah, scellarata!

Da quanno mm’hê lassato,
‘sta freva nun mme lassa maje na vota!

Manco na vota!

Fiore turchino,
io saccio ca viene dimane…
‘o ppenzo, ‘o ssaccio ca dimane viene!
E’ nu presentimento
ca mme fa bene tanto…
Ma…che malincunia
si ‘o sole sponta…

inutilmente!

Pecché te ne si’ ghiuta…
pecché te ne si’ ghiuta?…
Ah, scellarata…

Si tuorne nu minuto,
chist’uocchie s’arreposano na vota,

ll’ùrdema vota…

Povera vecchia mia, povera santa!..

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here