Povero guappo

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Povero guappo di Canzoni Napoletane

(Libero BovioFerdinando Albano)

Páccare amare e rasulate ‘nfaccia:
chist’è ll’ammore ‘e vasci’â Sanitá.
Tu nun si’ ‘o tipo ca mme cade ‘mbraccia
si nun te faccio
chello ca maje t’aggio vuluto fá…

E pure ca te faccio a tanto ‘o piezzo,
tengo ‘o certificato ca só’ pazzo…

Fronne viola,
mm’aggio fatto affilá pure ‘o rasulo
e nun te dico cchiù meza parola…

Sciore ‘e granato,
i’ tanno stó’ buonissimo in salute,
quanno stó’ duje o tre anne carcerato!

Uommene guappe ‘e stu quartiere mio,
ve voglio tuttuquante contr’a me;
‘o guappo, ‘mmiez’ê guappe, só’ sul’io,
só’ carne ‘e guaje:
‘mmiez’ê malevivente songo ‘o rre.

Stanotte porto ‘e suone ‘mpunt’a ll’una…
sbattite ‘e mmane pure quanno stòno…

Fronne murtella,
i’ voglio dá tremila feste ‘e ballo
si ‘a ‘nnammurata mia more zetèlla…

Fronne limone,
io ‘a giudico na meza culumbrina
ca pe’ me sulo more ‘e passione…

Vuje ca facite ll’opere ‘e triato,
quanno ‘e screvite ‘e dramme ‘ncuollo a me?
Mettítece nu guappo sfurtunato,
miezo ‘mpazzuto…
ca chiagne zitto e nun se fa vedé!…

Facitece trasí sempe pe’ dinto,
na mamma vecchia vecchia e cummuventa!…

Giglio sfrunnato,
‘o juorno ca mme veco cchiù abbeluto,
mme piglio seje pastiglie ‘e sublimato…

Sciore appassuto,
more, cu me, na vecchia scunzulata:
pe’ tutt’e duje nce abbasta unu tavuto!

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here