Quanne staje malata

Album

È contenuto nei seguenti album:
2008 Biografie

Testo Della Canzone

Quanne staje malata di Gianni Vezzosi

E rimettiti a letto ancor nun stai bon, ci pens’ i e cratur
li portero’ a scuola tu nunce pensa’. Ho avvisat’ o’ lavoro e oggi io non andro’, tien a quarant e frev ho chiamato il dottore e vedrai ke 2 giorni sarai come prima tutto ti passera’ pure si stai malat si ancor chiu bell, dai guarisci al piu’ presto cha io agg bisogn e te… quanne stai malata tuu apr’ o munn intorno a mee, ma vulesse me piglaa’ chest frev inguoll a te… quanne stai malata tuu
preg a dio te fa salvaaa’ e son cha vicin a te, pecchè tang accarezza e sta frev a da passaa’… Nun è mai a stess cos senza femman rind’a cas no nunce resist te si mett o cor eh semp si puo’ sbaglia’. La regina di cuorii
rint’ a casa si tuu, io ti giur cha stimme vicin me pigliasse pe te’… quannestai malata tuu’ apr’ o munn intorne a mee, ma vulesse me pigliaa’ chest frev inguoll a te…quanne stai malata tuu preg a dio te fa salvaaa’ rest cha vicin a tee, pecchè tang accarezzaa’ e sta frev adda passaaa’..COME SI BELL SOTT E CUPERT,TE GUARD E ME PAR NA CREATUR MO TE VAD A PIGLIA QUALCHE COS PERO’ è.. NUN A FA’ I CAPRICC’ VABUON E PECCHè SI NUN MANGI TU NUN MANG MANCH’IO E POI CHE FASCIMM CAD MALATE INSIEM A TE? COME TE VOGLI BEN..TE VOGLIO BENE…TE VOGLIO BENE..

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here