Qui – Nomadi

The music band Nomadi on a terrace. From left, Umberto Maggi, Augusto Daolio, Beppe Carletti, Paolo Lancellotti, Chris Dennis. Asiago (VI), Italy, 1974.

Album

È contenuto nei seguenti album:

2009 Allo specchio

Testo Della Canzone

Qui – Nomadi di Nomadi

Sentimi pulsare
fino a quanto il fiato
ferma il tuo pensiero
prima che si infranga

E lasciami filtrare
lento e indisturbato
fammi riposare l
ascia che io rimanga qui

Toglimi lo sguardo
toglimi il respiro
togli i tuoi pensieri
da una bocca
che non può parlare
Senza più ferire
senza più sparare
senza più tagliare
senza fare male
Ma lasciami qui

Qui
Lasciami qui
Perché qui
Qui
c’è un tetto di stelle
E un oceano di pelle
E un deserto di voci
E un tepore di baci

Perché qui
Qui non passa più niente
Qui non passa la gente
Qui non passa che il tempo
E si scioglie in un momento

Perché qui
È passato l’amore
ad un passo da me
Tienimi sul cuore
fino a quando passa
questa mia paura
questo mio terrore
Di guardarti dritto
in fondo agli occhi
e di scoprire ciò che pensi
veramente tu di me
E lasciami qui

Qui
Tu lasciami qui
Perché qui
Qui
c’è un tetto di stelle
E un oceano di pelle
E un deserto di voci
E un tepore di baci

Perché qui
Qui non passa più niente
Qui non passa la gente
Qui non passa che il tempo
E si scioglie in un momento

Perché qui
È passato l’amore
ad un passo da me

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here