Qui fu’ Napoli

Introduzione

Indice

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Qui fu' Napoli di Canzoni Napoletane

(Ernesto Murolo – E. Tagliaferri)
Roberto MuroloSergio Bruni

Va cu te stu core amato
pe’ ‘sta via ca porta a mare…
Llá sta Napule allummato…
Mo ca scinne chesti ggrare
vide ‘o mare accumparé…

Spanne ll’aria nu sapore
d’erba ‘e scoglie e de magná’…
Na cantina ‘e piscatore
tene ‘o lume pronto giá…

Fuoco e zuccaro ‘o mellone:
ce stennimmo ‘nterr’â rena…
Neve ‘e ‘sprinia ‘into giarrone,
‘ncielo ‘e stelle e ‘a luna chiena…

E io canto: Qui fu Napoli!…
Nisciuno è meglio ‘e me…
Dimane penzo ê diebbete
stasera só’ nu rre!

Sentarraje ‘ncopp’a la rena
voce a stesa ‘e marenare:
“Tira, ohé…ch
a rezza vène…”
“forza ohé…ch’aónna ‘o mare…”
“Tira…arranca…venga a me!”

Cu chitarre e lume a giorno
na varchetta passa e va…
rossa e verde è ll’acqua, attuorno…
tu nun mange, pe’ guardá…

E i’ te vaso ‘sta vucchella
cu cchiù sfizio e passione…
‘sta vucchella sciuliarella
‘nfosa ‘e vino e de mellone…

E io canto: Qui fu Napoli!…

Vintun’ore…ccá vicino,
nu rilorgio, ll’ora sona…
Forse è ‘ammore, forse è ‘o vino…
‘sta faccella s’abbandona:
tu t’adduorme ‘mbracci’a me…

Pe’ cuperta tiene ‘e stelle,
pe’ cuscino chistu core…
Nonna – nonna a st’uocchie belle
só’ sti vvoce ‘e piscatore…

Dinto suonno, smaniosa,
mo mme vuó’…mo mme ne cacce…
Po’ te scite e, vrucculosa,
t’annascunne ‘int’a sti bbracce…

E io canto: Qui fu Napoli!…

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here