Salutami le stelle

The music band Nomadi on a terrace. From left, Umberto Maggi, Augusto Daolio, Beppe Carletti, Paolo Lancellotti, Chris Dennis. Asiago (VI), Italy, 1974.

Introduzione

Indice

Album

È contenuto nei seguenti album:

1991 Gente come noi

Testo Della Canzone

Salutami le stelle di Nomadi

Tu non ci crederai

ma dove vivo non respiro

il posto è inumano

non stringo mai una mano.

Posso vedere quanto è diffidente

ogni giorno il sorriso di questa gente,

posso sentire la violenza di ogni sera

nelle parole di gente che non spera.

Salutami le stelle della tua città

e le sole che io porto nel mio cuore,

salutami le piazze della tua città

riempile d’amore, ahha ahha.

Tu non ci crederai

ma dove vivo non respiro,

il posto è inumano,

non stringo mai una mano.

Posso pensare quanto e indifferente

nei gesti questa folla clemente,

posso toccare la natura più vera

nello sguardo di gente che non spera.

Salutami le stelle della tua città

piantaci bandiere d’allegria,

salutami le piazze della tua città

e di fantasia.

Salutami le stelle della tua città

e le sole che io porto nel mio cuore,

salutami le piazze della tua città

riempile d’amore, ahha ahha.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here