Si vabbe’

Architect looking at blueprints in a building site

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Si vabbe' di Canzoni Romane

Tu m’hai preso pe’ scema ma scema nun so’
e nun ce credo si me dici te amo
Quanno ritorni dal lavoro sei stanco però
poi nun te trovo a casa quanno te chiamo

Stavi ar bagno, stavi a fa’ la doccia, nun hai fatto ‘n tempo

Sì, vabbè, come dici te,
allora sì vabbè, come dici te
Sì, vabbè, come dici te,
allora sì vabbè, vabbè, ciai ragione te

Tu m’hai preso pe’ scema ma scema nun so’
quanno me dici che so’ io la più bella
Che nun poi sta’ du’ minuti lontano da me,
però t’ho visto sotto casa de quella

Eri solo de passaggio, stavi lì a compra’ er giornale

Sì, vabbè, come dici te, allora sì vabbè, come dici te
Sì, vabbè, come dici te, allora sì vabbè, vabbè, ciai ragione te

Hai bucato quattro gomme, è ‘mpazzito er cellulare
Hai chiamato li pompieri, ciai la porta che nun s’apre
Stai bloccato a San Giovanni, hanno chiuso ‘a tangenziale
S’è allagata tutta casa, ciai tu’ nonna che sta male

Sì, vabbè, come dici te, allora sì vabbè, come dici te
Sì, vabbè, come dici te, allora sì vabbè, vabbè, ciai ragione te

Tu m’hai preso pe’ scema ma scema nun so’

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here