Soldato – Fader Testo della canzone

Soldato – Fader Testo della Canzone. Wikitesti.com è la più grande enciclopedia musicale italiana, sul nostro sito oltre i testi delle canzoni potete trovare: traduzioni delle canzoni, accordi per chitarra, spartiti musicali e molto altro.

TESTO

Il Testo della della canzone Di: Soldato – Fader

Apro questa chat ma tu non ci sei
Il mio amico scrive non pensare a lei
Io che affogo solo dentro a quel Bombay
Ma tutto questo cambia come cambio le email
Ti ho anche scritto con profili fake
Scusami tanto ero solo dai miei
Solo con lei io non so più chi sei
Mentre gioco alla play scrivo rime alle sei
Fredda come il ghiaccio ti scaldavo con un bacio
Ora mi scaldo con il tè caldo dopo che mi hai abbandonato
Sola che ti scaldi con quello e la tua tisana invece resto qui in silenzio a bere birra fatta in casa
Perderò battaglie come fossi Marco Aurelio
Non sempre le cose vanno frate per il meglio
Alla tua mancanza no non troverò un rimedio
Guardo vecchie foto mentre faccio il dito medio
Se potessi piangere e racchiudere le lacrime
Inviartele per posta e vedermi almeno fragile
Fragile come cristalli dentro vecchie scatole
Fragile si come mostri dentro queste favole
Favole che
Mi ricordano te qua c'è posta per te,ma non sei più da me
Dai ti faccio un caffè
Ma qua sono le tre
E sono ancora in giro sbronzo per scordarmi di te


Scrivimi un messaggio in questa brutta notte cupa
Prima che io cambi e faccio ancora un'altra muta
Prima di scordarmi che eri bella pure in tuta e tutto questo male un giorno forse troverà una cura
Troverà una cura per cucire questi tagli e troverai ste frasi scritte sopra banchi bianchi e
Troverai messaggi scritti fissando paesaggi che non posso raccontarti perchè non sei qua ad amarmi
Ci siamo detti cose che non possono morire
Una storia senza inizio senza lieto fine
Un soldato solo che ti aspetterà al confine senza più cose da dire che combatte con le rime
(Che combatte con le rime,che combatte con le rime)


Stasera porto Genova una sera troppo gelida
Se penso come noi stavamo assieme la domenica
Come noi stavamo a farci foto sopra retrica ma non venivo bene perchè tu eri fotogenica
Raccontai di te ad un tassista che
Io conobbi al mc pianse lui con me
Mi disse che qua tutto cambia senza mai avvertirti
Mi disse che la aspetta ancora come con le eclissi
Mi disse fatti forza e non mostrare più sorrisi a tutte quelle stron^e che ci han reso soli un po' più tristi
Il duomo di Milano era come fosse casa ma
Sono giorni che non sento mamma non so come sta
Non so come stai,non so dove sei,spero tutto ok,spero tornerai
Sorridi ma vuoi piangere,tutti bravi a fingere,fingo per resistere
Solo in viaggio come Ulisse


Scrivimi un messaggio in questa brutta notte cupa
Prima che io cambi e faccio ancora un'altra muta
Prima di scordarmi che eri bella pure in tuta e tutto questo male un giorno forse troverà una cura
Troverà una cura per cucire questi tagli e troverai ste frasi scritte sopra banchi bianchi e
Troverai messaggi scritti fissando paesaggi che non posso raccontarti perchè non sei qua ad amarmi
Ci siamo detti cose che non possono morire
Una storia senza inizio senza lieto fine
Un soldato solo che ti aspetterà al confine senza più cose da dire che combatte con le rime


(Ci siamo detti cose che non possono morire
Una storia senza inizio senza lieto fine
Un soldato solo che ti aspetterà al confine senza più cose da dire che combatte con le rime)

 

Ecco una serie di risorse utili per Fader in costante aggiornamento

Tutti i TESTI delle canzoni di Fader

Pubblica i tuoi Testi.
Contattaci: info@wikitesti.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here