Soli – Drupi

Introduzione

Indice

image_pdfCrea Pdfimage_printStampa

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Soli – Drupi di Festival di Sanremo 1982

(di Gianni BellenoVittorio De ScalziDrupi)
Drupi

e poi si resta soli
e non si canta piu`
qualcuno prende
il volo
e qualcun altro
cade giu`
ma in una notte
come questa
e` facile sbagliare
meglio aprire
un’altra porta
e non pensarci piu`
soli ma com’e`
grande questo mare
da guardare soli
quante cose da
gridare mentre
corri fuori
tra le stelle di una
notte senza piu`
rumori
soli e la notte
nasconde forse
nuovi amori
perche` voglia
di entrare per chi
resta fuori
qualche volta si
sbaglia e si
resta soli
quante navi perdute
dentro questo mare
con la solita luna
ferma li` a
guardare…
due domani che non
s’incontreranno mai
e poi si resta soli
e non si canta piu`
qualcuno prende il
volo ma com’e` bella
una canzone in piu`
per cominciare
un’altra volta
per non restare
ancora soli
quante stanze in
una casa che non
ha colori
quante porte da
sfondare per
uscire fuori
e trovarsi gia`
lontano mentre
accendi i fari
quante navi perdute
dentro questo mare
con la solita luna
ferma li` a
guardare..
due domani che non
s’incontreranno mai
soli na na na na na
na na na na na na na

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here