Sono qui con te sempre più solo

Album

È contenuto nei seguenti album:

1974 Paolo Conte
1992 Stai seria con la faccia, ma però…
1998 Tournée 2 (Cd 1)
2001 Paolo Conte gli anni ’70
2002 Les essentiels
2005 Collection
2006 Wonderful

Testo Della Canzone

Sono qui con te sempre più solo di Paolo Conte

(di: Paolo Conte)

Io e te senza parlare

Sono qui con te sempre più solo
sento crescere tutta l’estraneità
di due messi li in un brutto tinello marron
Non parlo no, scusa pardon
Quando parli tu e per giudicar
e la mia disgrazia per rinfacciar
siccome so già le banalità che ami tu
mi chiudo in me sempre di più
io sono quello che aveva il Mocambo,
un piccolo bar sempre stato ignorante
ma sono un bell’uomo e poi…
so anche trattare sono sempre elegante
e tu che hai studiato
disprezzi il mio mondo e anche me
e mi guardi adesso con la fredda ironia
mentre mi sto insegnando e tento una via
e amara sei sempre di più

Oggi il Curatore mi ha offerto un caffè
era megilo di quello fatto da me
e lui ha sorriso mi ha visto che ero un pò giù
e si è chiuso in sé sempre di più

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

   
 
F7     Abm        Bb7      Eb    Ebmaj7
Io e te           senza parlar     


Eb6    Bb7  Eb      Ebmaj7        F9
       Sono qui con te,           
Abm        Eb
sempre più solo,
Gbdim  Eb/G   Fm       'Fm7+    Fm7
sen----to     crescere          tutta
l'estraneità
Fm6   G7   Cm        Gm         Fm
      di   due messi li', in un brutto
  Eb       G7
tinello marron,
 C7       F7                 G7
      non parlo no, scusa pardon

Bb4 Bb7  Eb      Ebmaj7     F9    Abm
Quando   parli tu               è per
     Eb
giudicarmi
Gbdim    Eb/G   Fm           'Fm7+
e        la     mia disgrazia     per
      Fm7
rinfacciarmi
Fm6     G7           Gm     Fm    Eb
          siccome sò già le banalità che ami
G7
tu
C7    Fm          Abm   Bb7       Eb        D7
   mi chiudo in me      sempre di più...    

Gm                  Gm7
Io sono quello che aveva il Mocambo
   Gm6         C7           Fm
un piccolo bar,      sempre stato ignorante,
   C7                  Fm    Gbdim      Gbm7
ma sono un bell'uomo e poi              sò anche
    Bb7
trattare,
     Gbdim              Bb7
sono sempre elegante, e tu, che hai studiato,
C7      F7                           Abm9
      disprezzi il mio mondo e anche me
 Bb4      Bb7  Eb         Ebmaj7    F9
        e mi   guardi adesso             con
Abm       Eb
fredda ironia
Gbdim  Eb/G       Fm     'Fm7+
mentre mi sto ingegnando         e tento una
Fm7
via,
 Fm6    G7    Cm       Gm      Fm        Eb
          sei sempre gelosa, gelosa e lontana
    G7
sei tu
  C7     F7       Abm     Bb7       Eb  Ebmaj7
      e amara sei,        sempre di più.
Eb6    D7
 

Bb4    Bb7       Eb    Ebmaj7    F9
         Oggi il Curatore              mi ha
  Abm         Eb
offerto un caffè
Gbdim  Eb/G   Fm           'Fm7+
e------ra     meglio quello     fatto da
Fm7
me
 Fm6     G7   Cm        Gm         Fm
         e    lui ha sorriso mi ha visto che
Eb         G7
ero un po' giù
 C7      F7              Abm    Bb7       Eb
  e si è chiuso in sè           sempre di più

 
Abm Eb         Abm    Eb
Bb7   Eb

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here