Status symbol

The music band Nomadi on a terrace. From left, Umberto Maggi, Augusto Daolio, Beppe Carletti, Paolo Lancellotti, Chris Dennis. Asiago (VI), Italy, 1974.

Album

È contenuto nei seguenti album:

2006 Con me o contro di me

Testo Della Canzone

Status symbol di Nomadi

Star seduto fermo in religiosa attesa
chiuso ad aspettare qualche cosa
il telefono non squilla più
da un quarto d’ora e senti il fiato che manca
non sia mai che il venerdì non si rimorchi una
che almeno poi si vada fuori a cena il telefono che squilla
la pressione s’abbassa e sei già sotto la doccia
sei convinto di distinguerti ma sei fatto per il mucchio
il mucchio sei convinto di distinguerti ma sei l’imperatore del tuo specchio
ti guardi è tutto al posto giusto ma senti un vuoto dentro te stesso
e non c’è sballo che può guarire l’imperatore del tuo specchio
la ruga in faccia il tuo spauracchio senti un vuoto in mezzo al petto
e non c’è sballo che può guarire che può guarire
te ne stai con le tue mani bianche e ciondolanti in mezzo a corpi annoiati e stanchi
cerchi la tua dimensione in una riga bianca e quella guai se ti manca
con gli amici più fidati sputi sul sistema e alzi gli occhi e tutto ti fa pena
è finita la benzina che ti sosteneva il solito problema
sei convinto di distinguerti ma sei fatto per il mucchio
il mucchio sei convinto di distinguerti
ma sei l’imperatore del tuo specchio ti guardi è tutto al posto giusto
ma senti un vuoto dentro te stesso e non c’è sballo che può guarire
l’imperatore del tuo specchio la ruga in faccia è il tuo spauracchio
ti senti vuoto in mezzo al petto e non c’è sballo che può guarire
l’imperatore del tuo specchio ti guardi è tutto al posto giusto
ma senti un vuoto dentro te stesso e non c’è sballo che può guarire
l’imperatore del tuo specchio la ruga in faccia è il tuo spauracchio
ti senti un vuoto in mezzo al petto e non c’è sballo che può guarire
l’imperatore del tuo specchio ti guardi è tutto al posto giusto
ma senti un vuoto dentro te stesso e non c’è sballo che può guarire
l’imperatore del tuo specchio la ruga in faccia è il tuo spauracchio
ti senti vuoto in mezzo al petto e non c’è sballo che può guarire
che può guarire

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here