Stornelli al modo dei pastori

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Stornelli al modo dei pastori di Italia Ranaldi

Canzoni Laziali
Italia Ranaldi

Lu pecoraru quanno va ‘n maremma
se crede d’esse giudice e notaro.

La coda de la pecora è la penna,
lu secchiu de lo latte è lu calamaru.

Ecco ch’è notte e lu sole è calatu,
chi n’ha fattu l’amor se l’ha perdutu.

Chi n’ha fattu l’amor se l’ha perduto,
e chi l’ha fattu se l’ha retruvatu.

Speremo, amore mio, e chi spera spira,
chi speranza non ha è meglio che mora.

Non pozzo più li piedi trattenere,
sempre verso di te vonno venire.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here