Stralunata Roma

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Stralunata Roma di Loretta Goggi

( Loretta GoggiTotò Savio)

Saranno già due ore che cammino zitta lungo il biondo Tevere
In testa c’ho un casino di problemi tutta roba da non credere

Lo so che non mi dona quest’aria da funerale
Come a te il temporale
A casa non ci torno se lascio passare un giorno capirà

Nun se po’ fa

Coll’omo mio va male mo’ m’ammazzo già al pensiero di troncare
Mia madre mi tortura: “ma con quello dimmi che ci stai a fare?”

Dammi un consiglio tu Roma, stralunata amica
Dammi una giornata, famme rifiata’
Roma, lui mi ha preso il cuore e nun me lo rida’

Ti prego dammi una mano, so che pare strano
Ma all’appuntamento gli ridico sì
Bloccami in un’auto al centro che voglio spari’

Non so più dove sbattere la testa corro il rischio d’invecchiare
Gli amici specialisti nelle liti son già pronti a punzecchiare

Che strazio, ci hai sfinito, sei peggio tu di quel dramma alla TV
Che fesserie!
Ma allora chi mi aiuta? Nun posso passa’ la vita a litiga’
Nun se po’ fa’

Col traffico che c’è sempre a quest’ora sarà facile tardare
E lui pieno d’orgoglio e maschilismo sarà stufo di aspettare

Dammi una mano tu Roma, stralunata amica
Quando so’ tornata dove vive lui
So che pace col cervello io nun faro’ più

Fammi da madre tu Roma, guardami negli occhi
Se tu mi permetti di arrivare la’
Nun me dai n’alternativa a quella de sbaglia’

E intanto non riesco più a dormire…

Dammi una mano tu Roma, stralunata amica
O all’appuntamento gli ridico sì
Bloccami in un’auto al centro che voglio spari’

Fammi da madre tu Roma, guardami negli occhi
Se tu mi permetti di arrivare là
Nun me dai n’alternativa a quella de sbaglia’

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here