Strofette matrimoniali

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Strofette matrimoniali di Canzoni Romane

Alvaro Amici

Due o tre strofette vi voglio cantare
Del mio matrimonio voglio parlare
Era di maggio quella mattina
Quando incontra ‘na bella biondina
Era sì bella così graziosa
E profumava mone ‘na rosa

E quando l’ho sposata in casa mia
si fece un po’ di festa in allegria
Appena finito di bere e mangiare
Ci siamo messi tutti a ballare
poi finalmente con molto affetto
Je dissi cara sù andiamo a letto

E appena siamo entrati nella stanzetta
Si tolse scarpe, guanti e la veletta
Io je dicevo fa presto a spogliarti
Nun vedo l’ora di abbracicarti
Lei me rispose come in un sogno
Spegni la luce che me vergogno
E per accontentarla ho fatto buio
Ma quando la riaccesi ahimé che guaglio

Lei si era tolta in pochi istanti
Il petto, il busto e pure li fianchi
I ricciolini se l’era levati
E su la sedia li aveva posati

Ma quando io la vidi levarse i denti
Ho perso tutti quanti i sentimenti
Io je gridavo nun sei più quella
Me pari er manico de ‘n’ombrella
Fumi la pipa, bevi er barbera
E te ‘n’briachi matina e sera

E se ti faccio ‘n’osservazione
Tu mi tratti come ‘n barbone
Ora Purtroppo io t’ho sposata
è finita la vita beata.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here